Prima sessione di libere sotto un sole via via più pallido e temperatura sempre più fresca a Spa, ma è soprattutto il responso di quelle che a priori potevano essere le uniche prove del weekend con meteo accettabile a lasciare perplessi.

Davanti a tutti ci sono infatti le due BR1 a motore AER dell’SMP Racing, con Sergey Sirotkin Il driver russo a segnare la migliore prestazione assoluta col tempo monstre di 1.56.264 dopo 60 minuti circa dei 90 concessi, scalzando il teammate, ricordiamo sostituto di lusso per Jenson Button, Stoffel Vandoorne di quasi 2”!

Le due Toyota, che avevano segnato il passo nelle prime fasi della sessione, seguono a 2”5 dal vertice, grazie ai crono di Sebastien Buemi e Mike Conway; le Rebellion ancora più lontane, mentre l’ultima P1 in gara dopo il forfait di DragonSpeed, la ENSO CLM del ByKolles veleggia sui tempi delle migliori LM P2.

Va detto che migliori tempi nei settori 1 e 3 appartengono a tali Fernando Alonso e Mike Conway, mentre Sirotkin, Vandoorne e le BR volano letteralmente nel settore intermedio rispetto alla concorrenza, segno che forse il nuovo aerokit Toyota forse non è particolarmente adatto alla parte più guidata della pista belga, e infatti anche visivamente le due TS050-Hybrid paiono faticare nelle curve ad alta velocità.

Tra le LM P2, largo a Nicolas Lapierre e all’Alpine Signatech , che precede il lotto col tempo di 2.03.441, 2 e 4 decimi meglio rispettivamente di Jean-Eric Vergne al debutto in gara con l’Oreca ribattezzata Aurus e di Giedo van der Garde con la la Dallara del Racing Tem Nederland.

 

E’ un enfant du pays, Maxime Martin, a primeggiare tra le GTE-Pro con l‘Aston Martin ed il tempo di 2.15.290, lo stesso crono peraltro segnato, ma più tardi durante la sessione, da Harry Tincknell con la Ford #67. Le due Ferrari al momento chiudono il lotto con un distacco di 1”3 ed 1”5 dalla vetta, sintomo forse di un BoP ancora una volta difficoltoso, almeno sulla prestazione pura, per le GT del Cavallino.

Ben Barker infine con la Porsche del Gulf Racing UK riesce ad avere la meglio su Giancarlo Fisichella e la Ferrari di Spirit of Race. Il pilota britannico ha preceduto il veterano di Roma di soli 70 millesimi col tempo di 2.17.068.

Nessuna interruzione o Full Course Yellow da segnalare in questo 90’. Il programma giornaliero prosegue con le Libere 2 a partire dalle 16.25. La pioggia, attesa per tutto il weekend, dovrebbe cadere solo a libere 2 terminate e fino al mattino presto di domani, ma sappiamo che il meteo delle Ardenne è imprevedibile. Sabato invece si attendono rovesci e addirittura lievi nevicate, che potrebbero mettere a rischio il regolare svolgimento della settima tappa della Super-Season 2018-2019 del World Endurance Championship.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1


Stop&Go Communcation

L’enfant du pays Maxime Martin porta al top l’Aston Martin in GTE-Pro con lo stesso tempo di Tincknell

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/05/PL52181-1024x682.jpg WEC – Spa, Libere 1: Incredibilmente, davanti è uno-due SMP