La temperatura si è un po’ raffreddata qui a Silverstone, dove oggi dovrebbe fare capolino anche la pioggia. Questo non ha però impedito alle Toyota di completare il primo compitino del cosiddetto ”Farewell Tour” delle TS050-Hybrid e conquistare la prima fila della 4 Ore, atto iniziale del World Endurance Championship 2019-2020.

Kamui Kobayashi e Mike Conway, i quali divideranno il prototipo con Josè Maria Lopez, hanno preceduto di 3 decimi, alla media di 1.36.015, la vettura gemella di Kazuki Nakajima e Sebastien Buemi, con Brendon Hartley attento spettatore.

Niente da fare quindi per le Rebellion, che comunque con la #1 di Bruno Senna, Gustavo Menezes e Norman Nato si sono piazzati a poco più di mezzo secondo dalla pole, mentre l’altra R13, affidata in qualifica a Pipo Derani e Nathanael Berthon ha preceduto le Ginetta, con i due enfant du pays, Ben Hanley e Oliver Jarvis comunque meglio del francese.

Colpo grosso invece tra le LM P2 da parte di Racing Team Nederland, che alla prima gara con l’Oreca conquistano la pole di categoria grazie a Giedo van der Garde e Job van Uitert, sostituto di lusso di Nicky de Vries. Il prototipo coi colori Minardi, alla media di 1.40.948, ha dato oltre 7 decimi alla entry di United Autosports, affidata a Paul di Resta e Phil Hanson.

A completare il quasi monomarca Oreca Jackie Chan DC Racing, Cool Racing e l’Alpine campione in carica, protagonista di un vistoso 360 al Loop. Andrea Belicchi e Giorgio Sernagiotto con la Dallara Cetilar, scontano 2”4 dal vertice; peccato per il miglior tempo del vicentino, annullato per track limits, vera croce comune in queste qualifiche, specie nel tratto da T7 a T9.

Ferrari sta proseguendo un weekend quasi perfetto con una doppietta in GTE-Pro; i due equipaggi di AF Corse non hanno assolutamente perso smalto e hanno portato a termine il compito con Alessandro Pier Guidi e James Calado autori della miglior media con 1.54.171, precedendo i compagni di squadra Davide Rigon e Miguel Molina di 131 millesimi.

Niente da fare per la concorrenza, con l’Aston Martin di Alex Lynn e Maxime Martin a precedere la migliore delle due Porsche di Gianmaria Bruni e Richard Lietz, col romano vittima di un testacoda alla Abbey e la sessione interrotta per qualche minuto per recuperare i detriti della 911 RSR.

Aston Martin invece ancora imbattibili in GTE-Am, con la rossa Vantage del TF Sport di Charlie Eastwood e Salih Yoluc autori della media di 1.56.034 davanti alla Porsche di Egidio Perfetti e Matteo Cairoli. Il miglior tempo assolutoè stato però ottenuto come stamane da Nicklas Nielsen sulla Ferrari AF Corse, che partirà quarta dietro l’altra Vantage

Alla sessione non ha partecipato la seconda Porsche del Project 1 di Ben Keating, Jeroen Bleekemolen e Felipe Fraga, vittima di problemi tecnici durante le libere-3.

Lo start della 4 Ore di Silverstone WEC domenica alle 12.00 locali. Ora spazio all’ELMS con l’altra 4 Ore del weekend.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Gli olandesi beffano United Autosports in LM P2. La nuova Aston Martin sbaraglia tra le Am

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/08/PL59658-1024x682.jpg WEC – Silverstone, Qualifiche: Toyota non fallisce. Uno-due Ferrari in GTE-Pro