A Sebring il sole a picco delle attività pre-gara ha lasciato spazio a nuvoloni solo apparentemente minacciosi, che hanno scaricato solo poche rade gocce ma che per fortuna si muovono veloci grazie ad una gradevole brezza.

In questo contesto le due Toyota, affidate per lo start a Sebastien Buemi e Josè Maria Lopez, hanno subito preso il largo dopo lo start del Grand Marshal Allan McNish, regalando alla concorrenza un minuto di svantaggio già a primo pitstop. Concorrenza che dopo il primo giro di soste vede la BR1-AER #17 di Stèphane Sarrazin raccogliere il testimone dalla Rebellion di Bruno Senna, presto costretto ai box per la riparazione dell’attuatore del cambio.

Problemi anche per l’Oreca del Jackie Chan DC Racing in pole tra le LM P2, con Ho-Pin Tung costretto a ripetute soste (finora tre) e a cedere il passo alla vettura gemella ora nelle mani di David Heinemeier Hansson, che dopo un’ora conduce sulla rimontante Dallara di Nicky de Vries, risalito dal fondo dello schieramento dove era stato relegato nella notte dalla direzione gara, e sull’Alpine di Pierre Thiriet. Problemi di gomme e sosta anticipata anche per l’Oreca del DragonSpeed.

In GTE-Pro tiene bene invece fino al pit Kevin Estre sulla Porsche in pole davanti alla Ford di Harry Tincknell e alle sorprendenti BMW di Augusto Farfus e Martin Tomczyk, il quale non esita a farsi largo con le cattive sull’altra ford di Stefan Mucke.

Dopo la prima sosta,  il box Ganassi regala la testa della categoria ad Andy Priaulx, il quale precede la BMW di Bruno Spengler e la Porsche #92, ora nelle mani di Michael Christensen. Protagoniste in negativo di questa prima parte di gara le Ferrari e le Corvette, con Jan Magnussen a lamentare problemi di maneggevolezza.

Il gentleman di lusso Egidio Perfetti ha invece preso subito la testa in GTE-Am sul polesitter Christian Ried, e dopo il primo giro della lancetta piccola conduce sull’Aston Martin, passata dalle mani di Mathias Lauda a Paul Dalla Lana, e sulle due Porsche del Dempsey-Proton di Julian Andlauer e Matteo Cairoli.

Ricordiamo che la griglia di partenza si compone di 33 macchine, stante il forfait della Ferrari del Clearwater Racing, incidentata durante le qualifiche.

Piero Lonardo

La classifica dopo un’ora di gara


Stop&Go Communcation

Cambio della guardia in casa Jackie Chan tra le LM P2. Ford e la Porsche Project 1 comandano in GT

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/PL51229-1024x682.jpg WEC – Sebring, Start: Le Toyota prendono subito il largo