Come preannunciato su queste pagine, nella serata di ieri sono stati ufficialmente tolti i veli alla GreenGT H2. Il prototipo, sviluppato dal Welter Racing, è tanto imponente nelle forme quanto la DeltaWing è minimale: oltre 1200 kg di peso per 1,2 m di altezza e 5,15 m di lunghezza, con un enorme alettone stile CanAm! Le generose dimensioni sono necessarie al fine di alloggiare gli immensi scambiatori che permettono di mantenere la pila a combustibile, che alimenta due motori elettrici da 200 kW (540 HP totali)  ad una temperatura di 80°C. La particolare soluzione ha comportato anche l’adozione di una doppia monoscocca in carbonio: la prima per pilota e sospensioni anteriori, la seconda per sostenere le pile a combustibile.

L’ACO, nella persona del neo presidente Pierre Fillion, ha annunciato ieri sera che la Green GT H2 prenderà il posto della DeltaWing nel 56mo box, quello riservato alle tecniche sperimentali, nella prossima edizione della 24 Ore. Questo è ovviamente un grande risultato per l’equipe formata da Jean-François Weber (Direttore Genrale), Christophe Schwartz (Direttore tecnico) Stanislas de Sadeleer (Membro fondatore) Jean-Michel Bouresche (Direttore vendite e marketing) e Christophe Ricard (azionista di riferimento).

Allo scopo di riuscire a conformare il prototipo ai regolamenti vigenti dell’ACO – soprattutto per la lunghezza – è stato varato un lungo programma di prove che si svolgerà quest’estate con Christian Pescatori alla guida. Seguirà, sempre come anticipato ieri, una dimostrazione a Silverstone nell’ambito della 6 Ore, a fine agosto.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Come preannunciato su queste pagine, nella serata di ieri sono stati ufficialmente tolti i veli alla GreenGT H2. Il prototipo, […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/06/IMG_0859.jpg WEC – Ufficiale: Alla GreenGT il 56esimo box nella Le Mans 2013!