Nonostante le tante illazioni circolate nel paddock di Le Mans, la marcia di avvicinamento di Toyota alla sua seconda vittoria consecutiva sembra procedere senza particolari scossoni.

Le due TS050-Hybrid infatti nella seconda sessione di qualifiche del tardo pomeriggio hanno letteralmente demolito la concorrenza con Kamui Kobayashi e Kazuki Nakajima. Il polesitter provvisorio ha migliorato sensibilmente il crono di ieri sera con 3.15.497, precedendo di 4 decimi il connazionale.

Sempre più lontane le P1 private, capitanate ancora da una BR, questa volta la #11 di Mikhail Aleshin, a 1”5 dal leader. A seguire la migliore delle Rebellin #1 (nella foto) con Andrè Lotterer, che nella notte ha avuto i tempi cancellati per la mancata comunicazione di un nuovo flussometro. Disavventura invece per R13, con il motore Gibson ko ad inizio sessione e relativa bandiera rossa per limitare i danni della fuoriuscita di liquidi nel tratto che precede Mulsanne.

Pochi giri per la BR aspirata del Dragonspeed e ancora meno per la ENSO CLM del ByKolles, che chiude la graduatoria delle LM P1.

Migliora il crono della prima sessione Pastor Maldonado con l’Oreca del DragonSpeed e 3.26.490 davanti all’altra Oreca del Jackie Chan con Stèphane Richelmi e all’Alpine di Nicolas Lapierre, i quali scalzano dal podio virtuale la Ligier dello United Autosports, che non migliora il crono di ieri e ora occupa la sesta posizione in griglia.

La Porsche torna al top in GTE-Pro grazie a Michael Christensen, autore di 3.49.388. A seguire la Corvette di Jan Magnussen, a 36 millesimi, e la Ford #67, grazie al best crono ottenuto ieri sera da Harry Tincknell. Le Ferrari gestite da AF Corse non vanno oltre la decima e tredicesima piazza, con la 488 GTE Evo diel Risi Competizione a chiduere la graduatoria di categoria.

Resiste invece il miglior tempo di Matteo Cairoli, leader in GTE-Am con 3.52.128 davanti a Joerg Bergmeister con la Porsche 911 RSR “art-car”. Giancarlo Fisichella riesce nell’impresa di agguantare il podio provvisorio con la Ferrari di Spirit of Race (nella foto) condivisa con Francesco Castellacci e Thomas Flohr.

Tutto pronto per la terza ed ultima sessione, che alle 24 di oggi assegnerà la pole position della 87ma edizione della 24 Ore di Le Mans.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche 2


Stop&Go Communcation

Problemi per la Rebellion #3, mentre Porsche torna al comando in GTE-Pro

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/06/PL58037-1024x682.jpg WEC – Le Mans, Qualifiche 2: Kobayashi-Nakajima demoliscono i privati