La nuova Porsche LM P1 ha effettuato test in gran segreto nel corso della settimana una tre giorni di all’autodromo di Monza.

Le prove, che hanno coinvolto anche una Porsche RS Spyder LM P2 ancora nei colori Penske 2009 sulla quale erano presenti evidenti target visivi aerodinamici, probabilmente per aggiornare il simulatore con i dati della pista brianzola, sono state condotte da uno dei potenziali nuovi equipaggi della casa Stoccarda, composto da Timo Bernhard, Romain Dumas e Brendon Hartley.

Per il neozelandese, vincitore dell’ultima prova della ELMS a Le Castellet, si trattava della prima presa di contatto con la nuova arma Porsche per il WEC 2014, in attesa della conferma ufficiale. Non era presente invece l’altro possibile acquisto del team, Marc Lieb, che dovrebbe invece testare il prototipo, al Paul Ricard più avanti nel mese.

Questo, per voce della stessa casa tedesca, per evitare la competizione tra i due piloti, che potrebbero essere annunciati ufficialmente, insieme agli altri quattro driver già noti da tempo (che comprendono, ricordiamo, anche il recente vincitore della Petit Le Mans Neel Jani e l’ex RedBull F1 Mark Webber), alla tradizionale premiazione dei piloti Porche, in programma il 14 dicembre.

Piero Lonardo 


Stop&Go Communcation

La nuova Porsche LM P1 ha effettuato test in gran segreto nel corso della settimana una tre giorni di all’autodromo […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/11/Porsche_p1.jpg WEC – La nuova Porsche LM P1 a porte chiuse a Monza con Brendon Hartley