Diffusa oggi pomeriggio con un paio d’ore di anticipo rispetto all’orario indicato la lista definitiva degli iscritti alla prossima 24 Ore di Le Mans.

Ricordiamo che quest’anno, il primo in cui la classica della Sarthe farà da chiusura stagionale del World Endurance Championship, è anche il primo in cui la lista degli iscritti è stata resa disponibile in due momenti distinti.

Sappiamo già che ai 42 annunciati l’11 febbraio scorso si sono aggiunti nel weekend i quattro vincitori di classe dell’Asian Le Mans Series: United Autosports, ARC Bratislava, Inter-Europol (in LM P2) e Car Guy (in GTE-Am).

Nei i restanti 14 posti, nessuna chance per la Ginetta, nemmeno fra le 10 riserve, in LM P1, ma sono ben cinque le LM P2 aggiunte alla lista e che portano il totale della categoria a 17.

In primis la Dallara del Cetilar Racing dell’equipaggio tutto italiano formato da Andrea Belicchi, Giorgio Sernagiotto e Roberto Lacorte La compagine gestita in pista da Villorba, alla terza Le Mans consecutiva, è reduce da una proficua due giorni di test a Le Castellet in vista dei prossimi appuntamenti, che oltre a Le Mans comprendono, ricordiamo, Monza ELMS e l’intera stagione del WEC 2019/2020.

Al team tricolore si aggiungono nella categoria le Oreca di Algarve Pro Racing, Graff ed IDEC Sport e la Ligier del Panis-Barthez Competition per Renè Binder.

I prototipi di casa Onroak spadroneggiano fra le 10 riserve, con le seconde entry di United Autosports, Panis-Barthez ed IDEC e la vettura di Eurasia Motorsport. Prime nella lista delle riserve le Oreca di Duqueine Engineering ed High Class Racing. Completa i ranghi della categoria l’ulteriore Oreca iscritta dal Meyer Shank Racing e che avrebbe dovuto vedere un equipaggio tutto al femminile con Katharine Legge quale punta di diamante.

Tre ragazze invece accettate in GTE-Am sulla Ferrari 488 GTE del Kessel Racing: Manuela Gostner, Rahel Frey e Michelle Gatting, prossime protagonista nell’European Le Mans Series insieme alla 488 GTE di Spirit of Race di Dane Cameron, uniche vetture aggiunte alla lista nella categoria.

Solo settima riserva invece per la Porsche di Ebimotors, davanti comunque in ordine di chiamata alle seconde entry di Project 1 e TF Sport.

Last but not least, terminiamo con la GTE-Pro, dove hanno trovato collocazione sette delle nove vetture che partecipano al WeatherTech SportsCar Championship, vale la Ferrari del Risi Competizione, iscritta per due veterani de calibro di Pierre Kaffer e Stephane Ortelli, le due Corvette, le ulteriori due Porsche 911 e le altre due Ford GT, che presenteranno ancora una volta i due assi dell’IndyCar: Scott Dixon e Sebastien Bourdais.

Sempre con riferimento al marchio dell’ovale, resi noti anche i due rinforzi per la 1.000 miglia di Sebring, che si disputerà di qui a due settimane. Si tratta di Jonathan Bomarito che – come sulla Mazda DPi – affiancherà Harry Tincknell ed Andy Priaulx e del factory driver Billy Johnson, che dividerà il volante con Stefan Mucke ed Olivier Pla.

Ritorno fra i prototipi a Sebring inoltre per Gunnar Jeannette, che completerà l’equipaggio della Ligier LM P2 del Larbre Competition con Erwin Creed e Romano Ricci, al posto del già annunciato giovanissimo Jean-Baptiste Simmenauer. Il 36enne enfant du pays manca dalla serie mondiale dal 2012 e ricordiamo vanta un quinto posto assoluto alla 24 Ore di Le Mans 2003 con la Panoz LMP01.

L’appuntamento per la 1.000 Miglia di Sebring è per mercoledì 13 marzo con le prime libere.

Piero Lonardo

L’entry list definitiva della 87ma edizione della 24 Ore di Le Mans

L’entry list definitiva della 1.000 Miglia di Sebring


Stop&Go Communcation

Cetilar c’è, così come le GTE-Pro nordamericane. Ebimotors riserva

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/03/PL57315-1024x682.jpg WEC – La lista completa dei 60 per Le Mans!