High Class Racing ha completato i propri ranghi in LM P2 con Anders Fjordbach e Kenta Yamashita. Il primo è il portacolori del team sin dall’esordio due anni or sono in ELMS, mentre Yamashita, magari meno conosciuto ai più, fa parte nientemeno che del Toyota Gazoo Racing WEC Challenge Program, seguendo le orme tracciate a suo tempo nel Toyota Young Driver Program da Kazuki Nakajima e Kamui Kobayashi.

Il 23enne nipponico ha fin qui sviluppato tutta la propria carriera nel Paese natale, aggiudicandosi il sempre competitivo campionato di F3 nel 2016 con 7 vittorie su 17 gare davanti un certo Yann Mardenborough, protetto invece dalla Nissan, grazie alla quale ha potuto disputare ben tre 24 Ore di Le Mans, giungendo terzo nel 2013 in LM P2 con la Zytek del Greaves Motorsport.

Ora entrambi condividono l’avventura del SuperGT, nella quale dopo quattro gare Yamashita conduce grazie anche alla vittoria ottenuta a fine giugno a Buriram. Ricordiamo che il terzo pilota listato per il Prologo di Barcelona sull’Oreca battente bandiera danese, che proporrà una livrea totalmente rinnovata rispetto a quanto visto in ELMS e a Le Mans, è il decano Mark Patterson.

Nuova disposizione dei colori anche per l’Oreca LM P2 del Racing Team Nederland. Il team ha reso noto che nei due appuntamenti della Season 8 del World Endurance Championship in cui Nicky de Vries non sarà disponibile per i concomitanti impegni F2, vale a dire Silverstone e Shanghai, sarà sostituito da Job van Uitert. L’attuale leader in classifica dell’European Le Mans Series, che affiancherà Giedo van der Garde e Frits van Eerd sarà quindi costretto al doppio impegno in terra inglese a fine agosto.

Ulteriore novità della categoria, Will Stevens al fianco di Gabriel Aubry e Ho-Pin Tung sulla vettura del Jackie Chan DC Racing, già della partita a Sebring, dove ha riportato il successo per la compagine cinese, e a Spa. Toyota ha inoltre listato sulla sua TS00-Hybrid #7 anche la riserva Thomas Laurent. neoacquisto Alpine.

Nel frattempo è stato reso noto che anche United Autosports passerà ad una Oreca LM P2 nella serie mondiale per l’effort previsto per Filipe Albuquerque, Phil Hanson e Paul di Resta. Onroak Automotive dal canto suo ha ripreso le redini in proprio della distribuzione delle proprie vetture nel Regno Unito che era affidata proprio alla struttura diretta da Zak Brown e Richard Dean, i quali proseguiranno comunque a schierare vetture Ligier LM P2 ed LM P3 nella serie europea.

La decisione di United Autosports lascia il parco partenti della categoria cadetta senza una Ligier; l’unica non-Oreca del lotto delle LM P2 rimane la Dallara del Cetilar Racing. I nostri portacolori la scorsa settimana hanno testato con profitto a Le Castellet insieme a Toyota e… udite udite… alla Ginetta LM P1!

La squadra diretta da Lawrence Tomlinson ha percorso oltre 1.400 km in tre giorni sul circuito della Provenza, completando con oltre 3.000 km il trittico di sessioni iniziate al Motorland Aragon e poi proseguite a Spa-Francorchamps. Alla guida della G60-AER si sono alternati i due factory driver, Charlie Robertson e Mike Simpson, insieme ad altri piloti professionisti che dovrebbero essere annunciati speriamo (scusate lo scetticismo ma in questo caso è d’obbligo) in tempo utile per il prologo del 23-24 luglio.

Tornando a programmi sicuramente più concreti e di maggiore visibilità, come molti di Voi sapranno l’Aston Martin ha fatto debuttare in pista a scopo dimostrativo la sua Valkyrie in occasione del recente Gran Premio di Gran Bretagna di F1.

L’hypercar per la stagione 2020-2021 del World Endurance Championship, accreditata di 1.160 HP, è ricordiamo frutto della collaborazione del costruttore inglese con la Red Bull Advanced Technologies, ed è stata condotta in pista dal collaudatore Chris Goodwin, sotto gli occhi attenti di Christian Horner, Team Principal della Red Bull F1 e del progettista Adrian Newey. Va detto che i 150 esemplari stradali della Aston Martin Valkyrie sono già stati tutti venduti, e le prime consegne inizieranno nel quarto trimestre del 2019.

Sempre rimanendo in casa Aston Martin, sulla Vantage #98 sono ora apparsi nell’entry list anche i nomi dei possibili compagni di viaggio di Paul dalla Lana in GTE-Am. Sulla nuova vettura, gestita direttamente in pista da AMR, manca Pedro Lamy; regolarmente invece presente l’altro titolato 2017, vale a dire Mathias Lauda, insieme al quale si alterneranno anche Mathieu Vaxivière, Ross Gunn e Darren Turner.

Johnny Adam risulta ora invece l’unico pilota iscritto alla due giorni catalana sulla vettura del TF Sport, in assenza di Salih Yoluc e Charlie Eastwood, entrambi impegnati nella 24 Ore di Spa nelle giornate immediatamente seguenti.

Come già anticipato su queste pagine, Miguel Molina sarà il titolare sulla 488 GTE #71 GTE-Pro di AF Corse insieme a Davide Rigon. Ulteriore novità inoltre sempre per una Ferrari, però GTE-Am; i nuovi arrivi del Red River Sport hanno infatti scelto Charles Hollings per affiancare Bonamy Grimes e Johhny Mowlem sulla loro 488 GTE Evo.

Scomparso anche il nome di Matteo Cairoli dalla line-up del Dempsey-Proton, probabile fuga Project 1, che ora lista per le due Porsche il patron Christian Ried, Thomas Preining e Matt Campbell. Volti nuovi infine Sulla 911 RSR del Gulf Racing, dove insieme a Michael Wainwright sono listati Andrew Watson e Nico Bastian.

Piero Lonardo

L’entry list aggiornata dl Prologo di Barcelona


Stop&Go Communcation

Intanto l’Aston Martin Valkyrie “Hypercar” muove i primi passi a Silverstone. Tante novità tra gli equipaggi GTE-Am

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/07/Highclass.jpg WEC – High Class completa con Fjordbach e Yamashita, mentre United Autosports passa ad Oreca