Rebellion Racing ha approfittato della canicola ferragostana per ufficializzare l’equipaggio che contenderà per tutta la stagione del World Endurance Championship 2019-2020.

A fianco dei confermatissimi Bruno Senna e Gustavo Menezes ci sarà per tutta la stagione a partire da Silverstone Norman Nato, come anticipato sulle pagine di Stop&Go. Il pilota francese, attualmente impegnato come sostituto d’eccezione per Jean-Eric Vergne in G-Drive in ELMS, trionfando nel round monzese dopo la stagione d’esordio nelle fila del Racing Engineering, ha già debuttato nella serie mondiale addirittura a Le Mans nel 2018, con la Dallara LM P2 dell’SMP Racing, classificandosi 14mo assoluto.

Dopo la partecipazione meno fortunata quest’anno con l’Oreca dell’RLR Msport, in questo caso come sostituto proprio di Bruno Senna, Nato ha disputato la 6 Ore di Spa con TDS, sfiorando il podio delle LM P2. La Rebellion R13-Gibson correrà col numero 1 e, come noto, una seconda vettura potrebbe essere schierata per la 24 Ore di Le Mans ed in altri appuntamenti selezionati.

Frattanto sempre in questi giorni, United Autosports, che si appresta al debutto nella serie mondiale, ha rinfoltito i propri ranghi con l’assunzione di David Greenwood, ex ingegnere di pista di Raikkonen in Ferrari col ruolo di Direttore Tecnico. Il team di Zak Brown e Richard Dean, che si sta preparando all’appuntamento di casa in una nuova sede, ha già reso noto il sostituto di Paul di Resta per la 6 ore del Fuji del prossimo ottobre nella persona di Oliver Jarvis, vecchio pupillo di Dean.

Il pilota ufficiale Mazda nel WeatherTech SportsCar Championship sostituirà il connazionale, impegnato in una concomitanza col DTM, al fianco di Filipe Albuquerque e Phil Hanson.

Sempre in tema di concomitanze ha sorpreso in tanti la recentissima addizione di Brendon Hartley col team GEOX Dragon di Formula E di Jay Penske. Il driver neozelandese, neoacquisto Toyota nel WEC, pur non avendo fin qui mai gareggiato nella formula elettrica, aveva svolto gran parte dei collaudi della nuova vettura di Porsche.

Ricordiamo che attualmente, dopo lo spostamento della 6 ore di Spa, vi sono ancora due concomitanze pending fra i due campionati con la 8 Ore del Bahrain e la 1.000 Miglia di Sebring, ancorchè non siano ancora note le due venue del campionato motoristico più silenzioso del pianeta. Hartley ha comunque già reso noto che, qualora le coincidenze rimangano, la sua priorità rimarranno Toyota e il WEC.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

United Autosports si rafforza e annuncia Jarvis sub per Di Resta al Fuji. Frattanto Hartley, neoacquisto Toyota, firma con Geox Dragon in F.E

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/08/Reb2020.jpg WEC – Ecco l’equipaggio Rebellion per Silverstone