Tutto è pronto per la prima edizione della 24 Ore di Le Mans virtuale, le cui attività ufficiali inizieranno domani alle 10 con le prime libere e continueranno fino a venerdì 12 giugno, allorquando dalle 18.10 si svolgeranno le qualifiche, distinte fra prototipi e GT, senza l’hyperpole che dovrebbe invece debuttare a settembre nella Le Mans “vera”. Lo start della gara ricordiamo sabato 13 giugno alle ore 15.

Diverse le modifiche all’entry list, la più importante delle quali l’addizione di Robert Wickens, ex-protagonista di DTM ed IndyCar. Il driver canadese, costretto da un paio d’anni ad una faticosa riabilitazione dopo lo spaventoso crash di Pocono, sostituirà Jamie Chadwick sulla Aston Martin GTE del Mahle Racing Team insieme a Ferdinand Habsburg e ai sim racers Jimmy Broadbent e Kevin Rotting.

Un’altra importante addizione è data da una safety car d’eccezione, la Mission H24. Il prototipo sperimentale a idrogeno, per l’occasione in livrea rosa BWT (nella foto), sarà guidato durante la gara dallo sviluppatore Olivier Lombard e dal sim racer Aurélien Mallet.

Altra interessante iniziativa quella di Ferrari Competizioni GT, che farà svolgere la gara nei locali del Museo Ferrari di Maranello, permettendo ai fans di vivere l’atmosfera dei box. Tutti i piloti delle tre 488 GTE ufficiali saranno presenti in loco con l’eccezione di Charles Leclerc ed Antonio Giovinazzi.

Piero Lonardo

L’entry list definitiva per la Le Mans virtuale


Stop&Go Communcation

Al via anche Robert Wickens. Il prototipo Mission H24 fungerà da safety car

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/06/miss24.jpg WEC – Cresce l’attesa per la Le Mans virtuale