Una temperatura primaverile e un cielo nuvoloso hanno accolto le 30 vetture partecipanti alla Lone Star Le Mans al Circuit Of The Americas.

Al pronti via nessun problema per Bruno Senna sulla Rebellion in pole a mantenere la leadership sulle due Toyota, che invece si scambiano immediatamente le posizioni con la più leggera #8 di Sebastien Buemi a sorpassare i leader della TS050-Hybrid #7 di Josè Maria Lopez.

Il distacco fra l’unica LM P1 privata iscritta alla gara texana e le due sofisticate Toyota, ricordiamo rallentate dal Balance of Success di oltre 2”, ha continuato a crescere e dopo la prima ora ammonta a oltre 23”, anche se è stato scongiurato il possibile avvicendamento delle LM P2, che hanno in breve maturato un giro di ritardo dai tre battistrada.

Nella categoria cadetta Paul di Resta è stato lesto al via a prendere il comando su Nicolas Lapierre sull’Oreca in pole del Cool Racing, ma l’alfiere di United Autosports si è presto trovato in difficoltà con l’aumentato grip del nuovo asfalto texano, e dopo circa 12 minuti ha dovuto cedere il passo all’ex-Toyota, subito imitato da Andrè Negrao sull’Alpine.

Da dietro iniziava però lo show di Giedo van der Garde, che con la vettura del Racing Team Nederland anche con le cattive (ne sanno qualcosa Will Stevens e Andrè Negrao, il primo toccato duro, il secondo sorpassato fuori pista) si ricongiungeva ai leader di categoria dalla settima piazzola di partenza, fino ad operare un sorpasso ai box durante la prima sosta che valeva la posizione numero uno.

In GTE-Pro, pronta manovra al via di Alex Lynn e subito è uno-due Aston Martin ai danni di Kevin Estre e della Porsche #92. L’accoppiata di testa procedeva indisturbata lungo tutta la prima ora ma dopo la prima sosta variava il primo inseguitore, con James Calado e l’equipe AF Corse a conquistare la terza posizione sulle due 911 RSR, ora nelle mani di Michael Christensen e Gianmaria Bruni.

Momento di gloria anche per la nuova Corvette, che poco dopo lo scadere della prima ora di gara otteneva la leadership di categoria prima di essere richiamata ai box tre giri dopo gli altri contender.

Project 1 infine in controllo in GTE-Am con Egidio Perfetti prima e Matteo Cairoli dopo, ma dietro sono le due Aston Martin a darsi furiosamente battaglia con Paul dalla Lana e Salih Yoluc. I due arrivano anche a toccarsi e al momento il canadese precede il turco, incaricati entrambi anche del secondo stint.

Dopo il primo turno di Francois Perrodo, da dietro sta però rinvenendo a larghe falcate il veterano Manu Collard con la Ferrari di AF Corse dai colori bretoni.

Piero Lonardo

La classifica dopo la prima ora di gara


Stop&Go Communcation

Van der Garde show in LM P2. Aston uno-due in GTE-Pro

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/02/Start.jpg WEC – COTA, Start: Rebellion subito in controllo