L’Automobile Club de l’Ouest, patrocinatore della 24 Ore di Le Mans e del World Endurance Championship, ha diffuso in settimana alcune precisazioni riguardo al nuovo regolamento tecnico in vigore a partire dalla stagione 2020-2021, formalizzato nel recente meeting FIA di San Pietroburgo.

Il pomo della discordia consisteva soprattutto nella derivazione di serie dell’impianto propulsivo (motore termico + ERS) delle nuove Hypercars. Per voce di Vincent Beaumesnil, direttore sportivo dell’ACO, si è appreso che in realtà quanto espresso a livello di regolamento sulla produzione in serie di almeno 25 esemplari, da estendere poi a 100 passato il primo anno, delle unità propulsive, non deve essere considerato come un obbligo bensì una possibilità, che non esclude affatto l’ammissione di motori e sistemi di recupero dell’energia sviluppati in modo specifico per le corse.

Il Presidente dell’ACO, Pierre Fillon, ha in seguito reso noto che il vincolo verso la produzione deriva da una richiesta specifica di alcuni costruttori di avere alcuni elementi della vettura stradale nella vettura da gara. Nel caso, il costruttore si dovrà adeguare e costruire almeno 25 esemplari di quel componente, fosse anche l’intera vettura.

Via libera quindi ai costruttori non OEM (original equipment manufacturer) come Onroak, Oreca e Dallara, che potranno costruire i propri telai, noleggiando il sistema ibrido da un costruttore, per la modica cifra di 3 milioni di euro al massimo l’anno.

Fillon ha poi aggiunto che le LM P1 private verranno comunque accettate nella stagione iniziale 2020-2021, ovviamente con un sistema di Balance of Performance, il famigerato BoP, così come per le attuali LM P2, che dovranno essere adattate per coesistere con le minori velocità delle Hypercars, previste intorno ai 3’27” sul giro a Le Mans. Per confronto, 3” in meno della pole conquistata in LM P2 di quest’anno da Paul-Loup Chatin.

Tutta da definire invece la nuova generazione di LM P2, che come noto entreranno in azione nel 2021, sulla quale FIA ed ACO sono ancora in fase di studio.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Le Hypercars 2020-2021 previste sul 3’27” sul giro a Le Mans, come le attuali LM P2

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/12/HypercarRules0.jpg WEC – Alcune precisazioni sul nuovo regolamento da parte dell’ACO