Team e piloti hanno già iniziato a prepararsi per i test collettivi obbligatori della Rolex 24 at Daytona, la Roar Before the 24, previsti dal 4 al 6 gennaio prossimi; insieme a questi curiosamente una squadra europea è andata a saggiare in questi giorni la pista di Sebring.

Si tratta del G-Drive Racing, che ha portato per l’occasione, insieme all’Oreca LM P2 neocampione ELMS, l’owner/driver Roman Rusinov e l’equipaggio della vettura gemella del TDS composto da Matthieu Vaxivière, Francois Perrodo e Loic Duval. L’occasione è stata sfruttata dal team anche per valutare il neocampione ELMS delle LM P3, Job van Uitert, e Garry Findlay.

In vista del team russo c’è l’eventuale partecipazione quale wild card al prossimo appuntamento del World Endurance Championship, la 1.000 miglia di Sebring, ma forse anche qualcosa di più.

Oltre alla prossima stagione dell’ELMS e alla 24 Ore di Le Mans – invito quest’ultimo frutto della vittoria nella serie europea 2018 – nonchè alla 6 Ore di Spa, si vocifera infatti anche di un interessamento alla serie endurance americana a partire dal 2020, con un’Oreca a motore Gibson 4,5 litri (quello già utilizzato nel WEC da Rebellion e DragonSpeed), iscritta come DPi grazie all’intervento di un costruttore sovietico.

Vedremo se queste speculazioni troveranno effettivamente riscontro pratico nei prossimi mesi, anche perchè – senza voler complottisticamente scomodare le elezioni presidenziali USA del 2020 – l’IMSA, ente patrocinatore della serie, ammette tra i costruttori DPi solamente OEM con un alto volume di vendite nel Nord America, e al momento non esiste un marchio russo di tale portata.

Quasi contemporaneamente, come a fugare eventuali dubbi derivanti dal provare piloti nuovi, G-Drive ha confermato che nella prossima stagione dell’European Le Mans Series, oltre al patron Roman Rusinov, sarà ancora una volta presente Jean-Eric Vergne.

Il popolare JEV, campione in carica di Formula E, anche quest’anno non potrà partecipare a tutte e sei le gare della serie europea, stante le concomitanze dei due primi round di Le Castellet e Monza con gli appuntamenti elettrici di Roma e Monaco; lo scorso anno l’assenza dal season opener del Paul Ricard costò al francese il titolo piloti, che venne assegnato ai soli Rusinov e Pizzitola.

Il terzo driver del team verrà annunciato più avanti e potrebbe essere proprio uno dei due rookie testati in Florida.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Confermato ritorno in ELMS per Jean-Eric Vergne

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/12/g-drive.jpg USCC/WEC/ELMS – G-Drive, primo assaggio di States a Sebring