Nonostante i 15 kg extra, le due Acura Penske paiono voler continuare la loro striscia vincente anche alla 6 Ore del Glen, sesto round del WeatherTech SportsCar Championship, valido anche quale terza delle quattro prove della Michelin Endurance Cup.

Alla fine della prima giornata di prove, è infatti Dane Cameron a condurre la lista dei tempi con l’1.30.014 ottenuto nella seconda tornata di libere, davanti alla Mazda di Harry Tincknell, al top al mattino a quasi 7 decimi dal campione 2017, e all’altra Acura di Helio Castroneves.

Solo P4 per la migliore delle Cadillac, con Renger van der Zande, davanti – nella graduatoria complessiva dei tempi – a Colin Braun con la Nissan DPi.

Tra le GTLM, di ritorno dopo la 24 Ore di Le Mans, Ford sugli scudi, con Richard Westbrook, dominatore di entrambe le sessioni. Solo la Corvette di Antonio Garcia dopo però un cambio di motore tra le due sessioni è stata in grado di intromettersi tra le due GT, che sfoggiano ancora le livree utilizzate nella classica della Sarthe, ancorchè con diversi numeri di gara (la #66 porta i colori della vittoria di Le Mans 2016 mentre la #67, miglior tempo di 1.41.321, è azzurro chiara con dettagli rossi).

Più lontani gli altri inseguitori, capitanati da Earl Bamber, sempre in coppia con Laurens Vanthoor (da qui l’acronimo Bamthor che sta spopolando sui media) con la Porsche #912. Anche le due 911 RSR si sono presentate nuovamente coi colori Brumos utilizzate nella 36 ore della Florida e a Le Mans.

Tra le due sole LM P2 iscritte, largo a Gabriel Aubry con l’Oreca del PR1/Mathiasen ed il tempo di 1.34.373 ottenuto al mattino.

In GTD infine, da segnalare innanzi tutto il grave incidente occorso a Will Hardeman e all’Audi del Moorespeed, fuori alla Bus Stop nel finale della prima sessione. Il pilota, che è scampato anche ad un principio di incendio della sua R8 LMS GT3, è stato trasportato all’ospedale universitario della vicina Syracuse per gli opportuni controlli e lì gli è stata riscontrata un’inevitabile concussione. La vettura, gravemente danneggiata, è stata ritirata dall’entry list.

Relativamente ai tempi della giornata, best crono per la Lamborghini del Magnus Racing con Andy Lally ed il tempo di 1.45.406 ottenuto al mattino, davanti ai due super veterani Bill Auberlen con la BMW M6 del Turner Motorsports e Dirk Werner con la Porsche del rientrante Black Swan.

Domani il programma proseguirà con la terza ed ultima sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 8.00 AM e alle 11.35 AM locali.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 1

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Tra le due Acura, la Mazda di Tincknell, Bomarito e Pla. Grave incidente per Will Hardeman con l’Audi del Moorespeed

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/06/Penske6.jpg USCC – Watkins Glen, Libere 1 e 2: Il BoP non ferma le Penske