E’ iniziata ufficialmente ieri la stagione 2020 del motorsport con le prime prove della Roar Before the 24, i test collettivi obbligatori preludio della Rolex 24 at Daytona.

Nelle due sessioni condotte fin qui in un clima assolutamente estivo, come nel 2019 sono state le Mazda a primeggiare, prima con Harry Tincknell che al mattino ha piazzato un 1.36.027, 7 decimi meglio dei vincitori dello scorso anno del WTR, mentre nella seconda tornata Olivier Pla ha ritoccato il tempo del compagno di squadra di altri 3 decimi, segnando 1.35.794 con la RT24-P #77, che sfoggia una livrea su base bianca finalmente distinguibile dalla gemella.

In totale ben quattro dei sei piloti Mazda occupano le prime posizioni della lista dei tempi, con Filipe Albuquerque il migliore nel pomeriggio tra “gli altri” a poco meno di mezzo secondo dal leader con l’unica Cadillac dell’Action Express. A seguire le due Acura Penske campioni in carica della serie.

Bene anche le altre Cadillac nonostante le recenti imposizioni del BoP, che ricordiamo essere specifico per questa gara, con Ryan Briscoe, Scott Dixon e Sebastien Bourdais subito a proprio agio sui nuovi – per loro – mezzi di WTR e JDC-Miller.

Tra le LM P2, tempone al mattino del solito Ben Hanley con l’Oreca del DragonSpeed e 1.38.402, a riprova che sul veloce tracciato della Florida le distanze fra le DPi e la classe Pro-Am dei prototipi ACO-style, seppur rallentati a partire dallo scorso anno sono, è meno elevata rispetto ad altri circuiti.

Il neoacquisto del PR1 Mathiasen Motorsports, Simon Trummer, nel pomeriggio ha limato il limite sino a 1.38.315. La squadra campione in carica della categoria schiererà solamente una delle due Oreca 07 presenti in circuito. A chiudere la lista dei tempi della categoria la Riley-Multimatic del Rick Ware Racing, nonostante il “joker” tecnico approvato dall’ACO nel 2018 ma mai utilizzato in gara con il giovanissimo vicecampione della F3 inglese Jonathan Hoggard, a 4”5 dal leader.

Colton Herta dal canto suo ha portato a casa la migliore prestazione della giornata fra le GTLM, segnando nel pomeriggio 1.44.239 con la BMW M8 già trionfatrice qui lo scorso anno, 32 millesimi meglio del crono ottenuto al mattino da Nick Tandy che la nuova (per gli USA) Porsche 911 RSR-19.

Le altrettanto nuove Corvette C8.R, al debutto assoluto in gara, al momento debbono guardare da dietro anche la Ferrari del Risi Competizione, qui con i soli Daniel Serra e James Calado.

Tra le GTD infine, grande prestazione al mattino per la Lexus RC F GT3 di Jack Hawksworth, autore di 1.47.031 con la vettura condivisa con l’asso della NASCAR Kyle Busch, 3 decimi meglio della Lamborghini del GRT Grasser con Franck Perera.

Nel pomeriggio sarà il campione Blancpain Endurance Cup – Pro Marco Mapelli a segnare la migliore prestazione con la Huracàn del GRT Magnus, poco dietro il compagno di squadra, senza quindi scavalcare il pilota britannico dell’AIM Vasser Sullivan. A chiudere la graduatoria della categoria, l’Aston Martin dello Heart Of Racing Team e la Mercedes del Riley Motorsports.

Alla giornata di prove, oltre alla già citata seconda Oreca LM P2, la #51, del PR1 Mathiasen, non ha partecipato nemmeno l’Aston Martin GT3 ufficiale il cui effort è stato finanziato da Paul dalla Lana. Nelle due sessioni, quattro interruzioni totale ma nessuna ha comportato gravi conseguenze per macchine e piloti.

UPDATE: Il gentleman canadese non potrà correre a causa di un incidente sugli sci. La partecipazione alla Roar e alla Rolex 24 della Vantage, che dovrebbe vedere al volante Mathias Lauda, Pedro Lamy e Ross Gunn, non è garantita.

La Roar proseguirà nella giornata di sabato con altre tre sessioni di prove libere a partire dalle 10.15 AM locali, inframezzate dalle qualifiche, che definiranno come lo scorso anno l’assegnazione delle piazzole in pitlane, per GTD ed LM P2. E’ previsto l’arrivo della pioggia ed un conseguente robusto abbassamento delle temperature.

Piero Lonardo

I risultati della 1a sessione

I risultati della 2a sessione


Stop&Go Communcation

Colton Herta fa volare la BMW in GTLM, Hawksworth la Lexus in GTD

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2020/01/MAZDA.jpg USCC – Roar Before the 24, Day 1: Mazda ricomincia al top