Finalmente a Lime Rock, grazie alla Ford di Richard Westbrook e Ryan Briscole, si è interrotta la striscia vincente Porsche che durava da ben cinque round del WeatherTech SportsCar Championship. Dopo Daytona infatti, le due 911 RSR si erano ripartite il bottino, andando ad occupare le prime due posizioni in classifica della GTLM.

Chiave di volta la strategia su tre soste del Team Ganassi, che ha permesso a Westbrook di insidiare e superare Earl Bamber, ormai sulle tele a seguito di una strategia più conservativa a due sole soste, penalizzata peraltro dall’assenza di neutralizzazioni, a 7’ dalla bandiera a scacchi.

Patrick Pilet sull’altra Porsche frattanto aveva già dovuto cedere i propri sogni di gloria dopo una gara condotta sin dalla prima curva dalle due GT di Stoccarda, che nella mattinata si erano aggiudicate l’intera prima fila. 

Così il gradino basso del podio va all’altra GT di Joey Hand e Dirk Mueller (entrambe le vetture dell’ovale erano ancora nella livrea retro utilizzata a partire da Le Mans), mentre chiudono la graduatoria della categoria le due Corvette e le due BMW.

La classifica di categoria si accorcia leggermente con Bamber e Vanthoor sempre al comando con 218 punti, 8 in più dei compagni di squadra, ma a -17 e -23 si affacciano rispettivamente i campioni uscenti della Corvette #3, oggi sesti, e i vincitori odierni.

La Porsche si rifà tra le GTD, grazie alla GT3 R dello Pfaff Motorsports e a Dennis Olsen, che ha portato a termine con successo nelle ultime tornate l’inseguimento alla Acura di Mario Farnbacher, al comando della categoria sin dalla partenza, grazie alla pole position conquistata al mattino da Trent Hindman davanti alla Mercedes di Ben Keating.

Era proprio la AMG GT3 ad inseguire nelle prime fasi di gara, con la BMW M6 del Turner Motorsport quale terzo incomodo. Alla fine un testacoda di Jeroen Bleekemolen, con cui era in battaglia il veteranissimo Bill Auberlen, premia l’equipaggio della casa bavarese con il gradino basso del podio.

In classifica generale, Farnbacher e Hindman estendono il proprio vantaggio grazie ai problemi al cambio che hanno afflitto i runner-up del team AIM Vasser Sullivan, Townsend Bell e Frankie Montecalvo, ultimi al traguardo.

Il prossimo appuntamento con la massima serie endurance a stelle e strisce il 4 agosto a Road America, presenti questa volta tutte e quattro le classi.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche

L’ordine di arrivo


Stop&Go Communcation

La casa di Stoccarda torna invece alla vittoria tra le GTD grazie allo Pfaff Motorsports

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/07/Fordwin.jpg USCC – Lime Rock, Qualifiche e Gara: Ford interrompe la striscia vincente Porsche