Saranno 22 le vetture protagoniste nel fine settimana del terz’ultimo appuntamento del WeatherTech SportsCar Championship 2019 presso il Virginia International Raceway.

Per il secondo ed ultimo round tutto dedicato alle GT, nessuna particolare novità rispetto alle line-up viste tre settimane fa a Road America, salvo il debutto dell’inglese Alice Powell nelle fila del Meyer Shank Racing sulla Acura NSX GT3 tutta al femminile al fianco di Katharine Legge ed il ritorno di Scott Hargrove sulla Porsche dello Pfaff Racing, reduce da due vittorie consecutive in GTD.

La Powell ha terminato al terzo posto nella W Series, la serie di monoposto “rosa” voluta dalla FIA, vincendo nell’ultimo appuntamento di Brands Hatch.

Dal punto di vista del Balance of Performance invece, modificate le equivalenze di Ford e BMW in GTLM. Le prime, reduci da due successi di fila, sconteranno 5 kg di peso extra compensate però da un innalzamento della pressione del turbo a tutti i regimi e da 2 litri in più di carburante. Per le M8 GTE invece, una riduzione dei regimi alle potenze medio-alte e un litro in meno di E20.

In GTD invece, da segnalare solo una sacrosanta riduzione di peso per venire incontro alle prestazioni di Audi e Ferrari, rispettivamente di -20 e -10 kg, mentre la McLaren 720S GT3 del Compass Racing correrà con 4 litri in meno di carburante.

L’appuntamento in pista ad Alton, Virginia è per venerdì 23 agosto alle 11.45 AM locali con le prime libere; qualifiche il sabato a partire dalle 12.25 PM e gara, della durata standard di due ore e 40 minuti, alle 1.35 PM di domenica. Lo scorso anno, successi di BMW in GTLM e di Lexus in GTD.

Nel frattempo l’IMSA, ente organizzatore del campionato, ha festeggiato il 50mo anniversario a Laguna Seca, ritrovando tanti protagonisti di ieri e di oggi delle corse endurance a stelle e strisce. Questa la foto celebrativa dell’evento.

Dal paddock californiano sono giunte voci riguardo il probabile abbandono da parte di CORE Autosport tra le DPi. Il programma, rilevato lo scorso autunno da ESM, non ha dato i risultati sperati e nel caso chiuderebbe con un anno di anticipo rispetto agli accordi, con Jon Bennett ad appendere il fatidico casco al chiodo e Colin Braun libero di cercarsi altri lidi. Non sarebbe al contrario a rischio il programma GTLM gestito per conto di Porsche North America.

Un altro team che non naviga in buone acque è il Magnus Racing. Anche John Potter sarebbe infatti avviato verso il ritiro, lasciando Andy Lally in cerca di sistemazione, magari presso la seconda squadra dotata delle Acura GT3 che, almeno stando a quanto riferito dai vertici del costruttore nipponico, sarebbe in procinto di iscriversi alla GTD per la prossima stagione.

Tutti da scoprire infine – come riportato ieri da Stop&Go – i programmi di Ben Keating alla luce dell’impegno full-time nel WEC.

Piero Lonardo

L’entry list del VIR


Stop&Go Communcation

CORE Autosport chiude in anticipo con le DPi ?

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/08/VIR_StartGTLM.jpg USCC – In 22 al VIR per la seconda tappa tutta GT