La Rolex 24 è stata nuovamente interrotta con red flag dopo 22 ore e 2 minuti di gara. Va detto che le condizioni della pista sono nuovamente peggiorate e nelle ultime due ore la percorribilità e la visibilità del tracciato della Florida hanno mietuto ulteriori vittime.

Per primo Henrik Hedman, fermatosi sotto il banking con la sua Oreca LM P2 mentre stava conducendo la categoria. Poi è toccato a Toni Vilander, che con la Ferrari Scuderia Corsa ben piazzata tra le GTD tamponava Dirk Werner e la Porsche del Black Swan (va detto, una vera chicane mobile in queste convulse fasi) senza alcuna visibiità nella via di fuga della Bus-Stop.

A seguire una nuova melée in curva 1 fortunatamente terminata solo con un grande spavento per Joao Barbosa e Loic Duval, che per un attimo si è visto nel muso la Cadillac #5. Poi tocca a Daniel Morad, giratosi un paio di volte con l’Audi del Montaplast e Luca Stolz, entrambi al momento leader in GTD.

Ma il colpo di grazia a questa fase di gara lo da’ Sebastian Saavdera, che stampa sulle gomme a protezione di curva 1 la sua Oreca LM P2 e che provoca la 18ma e definitiva Full Course Yellow, che viene presto tramutata in red flag.

Nel frattempo Fernando Alonso ha dato spettacolo, e ha aspettato pazientemente l’errore che gli ha permesso di disporre di Felipe Nasr che vale la leadership della gara. In GTLM, James Calado ha a lungo tenuto a bada gli avversarsi sulla sua Ferrari, ma alla fine ha dovuto cedere a Richard Westbrook e ad Augusto Farfus.

Il box Ford però penalizza l’esperto pilota inglese, privandolo del primato parziale, richiamandolo al pit proprio un attimo prima dell’interruzione, lasciandolo in terza posizione dietro la BMW #24 e la Rossa del Risi Competizione.

Mentre Saavedra continua a mantenere, dopo le opportune riparazioni, la vetta delle LM P2, i disastri di Morad e Stolz lasciano invece a sorpresa a Christian Engelhart e alla Lamborghini del GRT Grasser, più volte penalizzata nelle fasi iniziali della gara, la testa delle GTD.

A due ore dal termine previsto di questa 57ma Rolex 24, la direzione gara sta comunque verificando l’eventualità di riportare le vetture in pista.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Alonso fa in tempo a disporre di Nasr. Westbrook/Ford, scelta disastrosa in GTLM

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/01/Redflag_linea-1024x768.jpg USCC – Daytona, 22ma Ora: Seconda interruzione per pioggia