Il polesitter dell’ultima edizione della 4 Ore di Le Castellet, Paul-Loup Chatin, ha preparato il terreno per il bis, dominando la seconda ed ultima sessione di libere di stamane.

Sotto un cielo finalmente terso e temperatura fresca, le 41 vetture che compongono il plateau dell’European Le Mans Series 2019 hanno potuto esprimersi al meglio ed il francese dell’IDEC Sport ha fissato il best lap del weekend (ma anche del Prologo) sull’1.40.336, frutto di un costante miglioramento nella prima parte della sessione.

Niente da fare per un altro specialista della serie e del circuito, Nicolas Lapierre, che si è portato sino a 4 decimi dal connazionale, mentre Ben Hanley, il migliore di ieri, è rimasto addirittura a 1”2 con l’Oreca del del DragonSpeed.

Nel paddock della serie europea è anche guerra di gomme, e la migliore delle LM P2 gommate Dunlop, l’Oreca dell’Algarve Pro Racing ha segnato la quarta prestazione con Andrea Pizzitola, davanti all’altra 07-Gibson ribattezzata Aurus 01 del sub di lusso Norman Nato e alla Ligier dell’ex-F1 e DTM Paul di Resta.

Ma la notizia del giorno è il ritorno in pista dell’Eurointernational, che dopo il blocco imposto dai legali dell’ex-pilota 2018 Giorgio Mondini, ha ricevuto aiuto da Ligier e Graff per ottenere due JS P3 con cui correre la 4 Ore ELMS ed il season opener della Le Mans Cup. Il lavoro sulle vetture ha compreso anche una sessione di seat fitting, organizzata grazie ad un altro team, dato che non solo le vetture, ma anche tutte le apparecchiature specifiche (transponder, data logger) ma anche i sedili, facevano parte dell’impound.

Mikkel Jensen ha segnato il quarto tempo della categoria dietro alle due Norma di David Droux, che ha vinto nel finale lo sprint con Damiano Fioravanti con l’altra M30 dell’Oregon Team con 1.51.449, e alla Ligier #13 dell’Inter Europol di Nigel Moore. Piccola disavventura senza conseguenze per il deb della categoria Lorenzo Bontempelli, in testacoda all’uscita della doppia di Le Beausset.

Thomas Preining e la Porsche Proton hanno invece dominato fra le GTE. L’austriaco, che grazie alla presenza di Horst Felbermayr Jr. può sfoggiare la storica livrea azzurra vincitrice della Le Mans Series 2010, ha staccato la concorrenza col tempo di 1.53.473.

Il podio si completa con Matteo Cairoli e l’altra 911 RSR del Dempsey-Proton e con la Ferrari della svizzera Michelle Gatting, con l’esemplare dell’equipaggio del gentil sesso della 488 #83 del Kessel Racing.

Da segnalare una lunga interruzione per rimuovere i detriti lasciati all’ingresso del Mistral dall’Oreca del Graff di Tristan Gommendy, vittima di una foratura. Qualche problema anche per l’Oreca dell’RLR MSport, P7 con Bruno Senna, che ha terminato la sessione sul carro attrezzi.

Tutto pronto per le prime qualifiche della stagione, a partire dalle 12.55.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 2


Stop&Go Communcation

Eurointernational torna in pista grazie a Ligier e Graff

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/04/PL56654-1024x682.jpg ELMS – Le Castellet, Libere 2: Chatin si prepara per le qualifiche