In controtendenza con la serie mondiale, l’European Le Mans Series continua a fare grandi numeri anche per la 4 Ore di Silverstone, presentando ancora una volta un consistente plateau di iscritti.

Sono infatti ben 39 le vetture che parteciperanno al quarto atto stagionale della serie continentale, come sempre in coabitazione con il WEC, con la quale per la prima volta condivide anche la durata di gara.

Uniche assenze rispetto a Barcelona per due team italiani: ACE1 Villorba ed Ebimotors in LM P3 e GTE rispettivamente, dove mancherà anche la Porsche del Project 1, questi ultimi totalmente focalizzati sul season opener mondiale. Per il resto, confermato lo schieramento dello scorso luglio, con 13 LM P2 a dare la caccia ai leader del G-Drive con la Aurus 01, ancora una volta con l’equipaggio tipo composto da Jean-Eric Vergne, Roman Rusinov e Job van Uitert.

Rispetto al round catalano, tornerà il titolare Ben Hanley tra le fila del DragonSpeed, fin qui unici vincitori diversi dal team russo nel 2019 in quel di Le Castellet. Due novità importanti invece tra le vetture, con United Autosport a schierare anche in ELMS una Oreca per Phil Hanson e Filipe Albuquerque, alla ricerca di una improbabile rimonta dato il distacco sui battistrada, così come il Panis-Barthez Competition, che ne proporrà un esemplare per Renè Binder, Julien Canal e uno degli idoli locali, Will Stevens.

Assente invece lo spagnolo ex-GP2 Dani Clos, sostituito dall’austriaco Lukas Dunner, sulla Ligier dell’Inter-Europol , mentre Erik Maris dovrebbe tornare nell’abitacolo della Ligier IDEC.

Diversi piloti saranno chiamati al doppio impegno nel weekend: oltre all’accoppiata primaria dello United Autosports, Bruno Senna si dividerà fra la Rebellion LM P1 e l’Oreca dell’RLR MSport, così come Hanley, al debutto in gara su una delle due Ginetta LM P1 motorizzate AER.

La stellina olandese van Uitert guiderà almeno il medesimo tipo di vettura col Racing Team Nederland, mentre il decano dei piloti, Mark Patterson, atteso al debutto nel WEC con l’High Class Racing, lascerà ancora una volta il sedile della vettura dell’Algarve Pro Racing ad Olivier Pla.

Sempre tra i prototipi, l’intero equipaggio del Cool Racing composto da Nicolas Lapierre, Alexandre Coigny ed Antonin Borga sarà infine chiamato ad un super lavoro tra le due distinte pitlane.

Tra le 14 LM P3, l’unica novità tra gli equipaggi è data dal ritorno del giapponese Nobuya Yamanaka sulla Ligier del Nielsen Racing al fianco di James Littlejohn. In classifica ricordiamo che l’equipaggio dell’Inter-Europol, fin qui protagonisti di una stagione all’insegna della consistenza, rafforzata da una meritata vittoria in terra catalana, dovrà resistere agli assalti della concorrenza, in particolare di Eurointernational e Ultimate, sui quali vanta rispettivamente 14 e 13 punti di vantaggio.

7 infine le GTE, che si ridurranno facilmente a 6 se, come accaduto a Monza e a Barcelona, Christian Ried non riuscirà a completare l’equipaggio della Porsche #88. Proprio i portacolori del team Proton saranno chiamati ad un doppio impegno, con i nostri Matteo Cairoli e Riccardo Pera, trionfatori a Monza, a dividersi nel WEC, col comasco a disposizione di Egidio Perfetti.

Alessandro Pier Guidi, recente vincitore a Le Mans e regular AF Corse, onorerà, sempre con una Ferrari col numero 51, il doppio impegno con i capoclassifica del Luzich Racing, penalizzati da un success ballast di ben 35 kg, che scende a 25 kg per al Porsche del Dempsey-Proton e per la Ferrari del JMW e a 5 kg per l’altra 488 di Spirit of Race. Doppio impegno, ma in GTE-Am anche per il teammate Nicklas Nielsen. in casa Kessel infine, Nicky Cadei sostituirà Claudio Schiavoni sulla Ferrari #60 condivisa con il polesitter del Circuit de Catalunya, Andrea Piccini, e Sergio Pianezzola.

L’appuntamento in pista a Silverstone è per venerdì 30 agosto alle 9.55 per le prime libere. Qualifiche e gara il giorno successivo, rispettivamente alle 10.55 e alle 14.30. Ricordiamo che nel weekend non è prevista la Le Mans Cup, che tornerà invece a fine settembre a Spa-Francorchamps.

Piero Lonardo

L’entry list della 4 Ore di Silverstone ELMS


Stop&Go Communcation

Anche Panis-Barthez abbandona Ligier e passa ad Oreca

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/08/PL53679-1024x682.jpg ELMS – In 39 a Silverstone a caccia della Aurus