Niente più lunghezza standard di 55 minuti più un giro: la durata di gara sarà calcolata in base ad un numero prefissato di giri, variabile per ciascuna pista.

A pochi giorni dal calcio d’inizio della stagione 2019 – fissato per questo weekend – ITR ha deciso di applicare le ultime modifiche al regolamento sportivo. L’aspetto tecnico delle vetture è invece curato dal nuovo Class 1, steso in collaborazione con il Super GT giapponese.

Il primo, importante cambiamento rappresenta la durata della gara: non sarà più di 55 minuti più un giro come si è visto nelle ultime due stagioni, ma si torna ad un numero prefissato di tornate – soluzione adottata l’ultima volta nel 2014.

Nella maggior parte dei casi, la lunghezza degli eventi non cambierà in modo sostanziale: il numero esatto di giri sarà diverso per ogni tracciato, calcolato in modo da ottenere un totale di circa 58 minuti, con correzioni possibili sino al giorno prima. I due round di apertura ad Hockenheim prevedono, al momento, 36 passaggi ciascuno.

I direttori di gara potranno decidere di aumentare tale quantità sino ad un massimo di 3 giri, in caso di interruzioni o rallentamenti dovuti a periodi di safety car. In ogni caso, la durata totale di ciascuna gara non potrà superare i 70 minuti.

È stato rivista anche l’assegnazione dei punti nel campionato costruttori: per ciascun brand, verranno conteggiati solo i quattro migliori piazzamenti. Questa modifica si è resa necessaria per i diversi equipaggi che compongono la line-up DTM 2019 – quattro piloti per Aston Martin, sei per BMW ed otto per Audi, se includiamo in quest’ultima il team clienti WRT.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Niente più lunghezza standard di 55 minuti più un giro: la durata di gara sarà calcolata in base ad un […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/04/dtm-29042019.jpg DTM – Ultimi ritocchi al format di gara

DTM