R-Motorsport svela i primi due nomi della sua futura line-up, entrambi britannici: si tratta del ben noto Paul Di Resta e Jake Dennis, già legato alla scuderia svizzera.

Il progetto Aston Martin in DTM, recentemente affidato alla neonata joint-venture Vynamic, compie oggi un altro importante passo in avanti, con l’annuncio dei primi due nomi del suo equipaggio.

Il primo pilota ad essere confermato è Paul Di Resta, personalità ben nota nel mondo del DTM: il trentaduenne scozzese è stato uno dei protagonisti della stagione 2018, per poi chiudere in terza piazza dietro l’ex collega Gary Paffett – ultimo campione Mercedes prima di abbandonare la categoria – e René Rast.

Il curriculum di Paul Di Resta conta ben 9 stagioni in DTM. Vi debuttò nel 2007, fresco di titolo iridato nella F3 europea. In quell’anno ottenne il quinto posto nella classifica piloti, il miglior piazzamento fra le vetture di generazione precedente.

Per questo motivo, l’annata seguente vide Di Resta promosso ad una Classe C di nuova concezione, schierata da HWA. Nel 2010 si laureò campione DTM, dopo un’avvincente battaglia col già citato Paffett durante la gara finale a Shangai.

Subito dopo iniziò la sua parentesi, durata 3 stagioni, come titolare per Force India in Formula 1. Nel 2014, privo del rinnovo dalla scuderia motorizzata Mercedes, Di Resta è tornato in DTM con la squadra di Stoccarda.

“In tutta onestà, non ho avuto dubbi sin dal mio primo incontro con Florian [Kamelger, team principal di R-Motorsport] e Andreas [Baezinger, co-fondatore di AF Racing]”, ha commentato lo scozzese, il quale sarà il pilota di riferimento per la line-up Aston in DTM. “Abbiamo conversato per 20 minuti davanti ad un caffè nel paddock lo scorso anno, e mi sono subito convinto della loro ambizione e passione in questo progetto.”

“Va ricordato che ho lavorato con HWA sin dai miei tempi in F3, sono eccezionali in qualsiasi campionato prendano parte”, ha proseguito Di Resta, autore di 11 vittorie e 37 podi in DTM. “Sono stati fra i principali motivi del successo di Mercedes in DTM, e sono fiducioso che R-Motorsport sia all’altezza di questo compito”.

“Dopo l’addio di Mercedes, l’annuncio di R-Motorsport e Aston Martin ha tirato su il morale complessivo – tutti vogliono prendere parte a questo progetto e, credetemi, hanno intenzioni serie. L’intera organizzazione è molto professionale e focalizzata al 100%. Credo che potremo farcela.”

“Cominciare da zero con un nuovo marchio è stato uno dei principali punti di discussione con R-Motorsport”, ha ammesso l’ex pilota Mercedes. “Non sarà facile, siamo una struttura relativamente piccola contro due dei migliori costruttori al mondo, ma hanno bisogno di me per lo sviluppo del progetto.”

“Sì, il tempo a disposizione non è molto, ma con una buona tabella di marcia pre-stagionale possiamo gestire la situazione. Vogliamo poter lottare per la vittoria sin dalla prima gara. Credo sia un obiettivo realistico, ed è la mentalità che dobbiamo avere durante il primo appuntamento.”

“Il nuovo regolamento del DTM gioca a favore del progetto Aston Martin DTM di R-Motorsport. Tutti i costruttori dovranno fare un reset, non ci saranno chiari vantaggi dalle precedenti stagioni – è un bene per noi.”

“L’incognita maggiore è rappresentata dal nuovo propulsore, già molto usato in Super GT. Le auto saranno più leggere e decisamente più veloci con le stesse gomme, il che richiederà un maggior impegno da parte del pilota.”

Il veterano Di Resta sarà affiancato dal ventitreenne Jake Dennis, già al volante della Vantage GT3 di R-Motorsport durante la precedente stagione in Blancpain GT Endurance Cup.

“Arrivare in DTM è un grande traguardo per la mia carriera”, ha commentato l’inglese classe 1995, con una presenza alla 24 Ore di Le Mans nel curriculum e due test F1 completati lo scorso anno con Red Bull. “È un’enorme sfida che accetto volentieri, perché so di andare incontro un’accanita concorrenza per poter progredire come piloti ai più alti livelli.”

L’ex pilota GP3 – categoria nella quale correva per Arden International, scuderia partner di R-Motorsport – era fra gli ospiti di Mercedes HWA nel rookie test a Jerez, tenutosi lo scorso dicembre.

“Hanno messo alcuni di noi al volante per osservare le nostre reazioni”, ha aggiunto Dennis, vincitore del premio McLaren Autosport BRDC 2012. “È andata abbastanza bene, anche se ho potuto percorrere solo 20 giri prima di partire per Abu Dhabi.”

“Jake ha molto talento, lo ha già dimostrato nelle sue gare in GT3 per R-Motorsport”, ha commentato il team principal Dr Florian Kamelger. “Ha sempre ottenuto buoni risultati lo scorso anno ed è ora una costante nel nostro team. Conosco le sue capacità, dunque penso potrà lasciare velocemente il segno in DTM.”

“Con Paul ci siamo assicurati un pilota con grande esperienza ed un curriculum impressionante. Questo è un elemento chiave nello sviluppo della nostra nuova Aston Martin Vantage DTM. La sua esperienza e la sua velocità ci aiuteranno a rendere l’auto competitiva in breve tempo.”

Con il comunicato stampa, R-Motorsport ha confermato la sua presenza sin dalle prime gare del DTM 2019, che si terranno ad Hockenheim nel weekend 4-5 maggio. Al momento è prevista la partecipazione dell’intero contingente di quattro vetture: rimangono, dunque, altri due piloti da annunciare.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

R-Motorsport svela i primi due nomi della sua futura line-up, entrambi britannici: si tratta del ben noto Paul Di Resta […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/02/dennis-14022019.jpg DTM – Paul Di Resta e Jake Dennis, primi annunci per Aston Martin

DTM