Seconda pole consecutiva per il campione 2017, deluso dopo la mancata vittoria in gara 1. Robin Frijns passa in seconda piazza, poi Jonathan Aberdein mentre Audi blocca le prime cinque posizioni.

Il tracciato di Misano Adriatico sorride nuovamente al brand di Ingolstadt, per quanto riguarda i tempi al giro. Con un clima pressoché identico a ieri, Audi riesce a bloccare le prime cinque posizioni della griglia di partenza, in vista della gara 2.

L’interruzione con red flag, arrivata a tre minuti dal via per un’escursione di Andrea Dovizioso nella ghiaia, non è stata sufficiente a mescolare le carte in tavola. Dopo un leggero contatto con le barriere, la vettura del team WRT è tornata in pista grazie ad un piccolo aiuto dei commissari di gara. Il countdown è ricominciato dopo poco tempo, con 16 minuti all’attivo.

Nonostante la sessione sia stata di fatto abbreviata, quasi l’intero gruppo ha optato per due stint separati. Vari piloti hanno migliorato il proprio giro record durante la seconda uscita, contrariamente a quanto osservato sinora nella stagione 2019.

René Rast è l’esempio più tangibile di ciò: alla sua penultima tornata, il nuovo leader di classifica ha soffiato la prima piazza al collega Robin Frijns. Fermato il cronometro a 1m25.384s, l’alfiere del team Rosberg ha ottenuto così la sua seconda pole consecutiva – un buon punto di partenza per riscattarsi dalle delusioni in gara 1, dopo la vittoria sfumata per l’ingresso della safety car.

Frijns, poleman provvisorio al termine del primo stint, completerà invece la prima fila, lungo di 0.07s rispetto al #33. Anche il pilota Virgin FE, al suo secondo anno in DTM, è in cerca di riscatto dopo due ritiri consecutivi.

In terza piazza, prosegue l’onda positiva di Jonathan Aberdein: con una vera e propria dimostrazione di forza all’ultima tornata, il sudafricano sembrava destinato nuovamente alla prima fila, ma una piccola incertezza al secondo settore ha compromesso il suo record.

A due decimi dal poleman Rast, il rookie di WRT ha in ogni caso strappato la terza posizione a Nico Müller. Lo svizzero partirà quarto, delineando così ottime premesse per la scuderia Abt.

Pietro Fittipaldi, affidato in via eccezionale al team Rosberg come pilota sostituitivo, completa invece il blocco di cinque Audi al top. Per trovare il miglior portacolori BMW dobbiamo guardare alla sesta piazza: si tratta del vincitore di ieri Marco Wittmann, elevatosi a principale inseguitore nella corsa al titolo iridato grazie al secondo trionfo stagionale.

A soli tre millesimi dal due volte iridato, Loïc Duval si qualifica settimo, precedendo un trio di M4 DTM: Joel Eriksson, Philipp Eng e Timo Glock completano in quest’ordine la top ten.

Sia l’ex F1 che il già citato Wittmann festeggeranno oggi la loro centesima gara in DTM, dopo il loro esordio con il brand di Monaco nel 2013.

L’ospite Andrea Dovizioso ha recuperato brillantemente dopo il suo fuori pista, registrando infine il quattordicesimo miglior tempo, con un deficit di 1.3s dalla vetta. Il forlivese si è messo alle spalle l’intera squadra Aston, composta nell’ordine da Jake Dennis, Daniel Juncadella, Paul Di Resta e Ferdinand von Habsburg.

La gara 2 sul Marco Simoncelli World Circuit di Misano Adriatico avrà inizio, secondo il classico format del DTM, alle 13:30.

Giuseppe Poliseno

I risultati delle Qualifiche 2


Stop&Go Communcation

Seconda pole consecutiva per il campione 2017, deluso dopo la mancata vittoria in gara 1. Robin Frijns passa in seconda […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/06/rast-misano-09062019.jpg DTM – Misano, Qualifiche 2: René Rast cerca il riscatto

DTM