Il DTM torna in Germania per la settima tappa stagionale: al Lausitzring, già teatro dei test ufficiali di aprile, le RS5 si confermano protagoniste delle prove libere.

La trasferta inglese a Brands Hatch ha messo in mostra, specie nella giornata di domenica, il predominio del marchio di Ingolstadt sulla stagione DTM 2019. Completate sei delle nove tappe previste, la squadra di Dieter Gass conta il doppio dei podi rispetto ai rivali di BMW, e potrebbe aggiudicarsi il titolo costruttori già domani.

Il ritorno in terra tedesca non ha portato grossi cambiamenti, quanto meno osservando la giornata di venerdì. Se durante le FP1 mattutine BMW è riuscita ad insinuarsi in seconda posizione con Marco Wittmann dietro il leader Loïc Duval, al termine delle più brevi FP2 ben sei esponenti Audi hanno occupato le posizioni al top.

Proprio il francese #28 è il più veloce della giornata, completando i 4,570km del Lausitzring in 1m35.895s. Jamie Green, protagonista della seconda sessione, ha fermato il cronometro a 1m36.000s.

Al pomeriggio, l’alfiere del team Phoenix non ha potuto replicare la performance delle FP1, fermandosi ad appena 4 millesimi dal collega inglese. Seguono Robin Frijns e Jonathan Aberdein per WRT, poi i due principali contendenti al titolo iridato – René Rast e Nico Müller, rispettivamente a 2 e 3 decimi dalla vetta.

Anche Marco Wittmann è stato più conservativo nella seconda sessione, fermandosi alla settima casella a quasi 0.4s dal poleman provvisorio. Il due volte iridato, il cui principale obiettivo è mantenere viva la lotta al titolo 2019, precede il collega Timo Glock.

Infine il rookie Pietro Fittipaldi ed il veterano Bruno Spengler – che festeggia oggi il suo trentaseiesimo compleanno – si trovano in coda alla top ten.

R-Motorsport, che ha portato qui al debutto la Vantage DTM durante i test di aprile, è apparsa particolarmente in affanno durante la sessione conclusiva, con i suoi rappresentanti ad occupare le ultime quattro posizioni. Il quadro è leggermente migliore durante le FP1: Daniel Juncadella, in entrambi i casi miglior portacolori della scuderia svizzera, è riuscito a portarsi in dodicesima piazza.

La giornata di venerdì si è conclusa con clima asciutto e senza particolari problemi, eccetto una breve interruzione durante le libere 1: i commissari di gara hanno dovuto rimuovere un banner pubblicitario Hankook, danneggiato.

Va infine menzionata l’importante pietra miliare che il DTM si appresta a raggiungere domenica: vi sarà la gara numero 500 del campionato, cominciato nel lontano 1984 a Zolder. Fra gli eventi di supporto programmati nel weekend abbiamo il Tourenwagen Classics, a cui prenderà parte anche l’ex F1 Glock.

Le qualifiche relative alla gara 1 avranno inizio domattina alle 10:35.

Giuseppe Poliseno

I risultati delle Libere 1 e 2


Stop&Go Communcation

Il DTM torna in Germania per la settima tappa stagionale: al Lausitzring, già teatro dei test ufficiali di aprile, le […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/08/duval-lausitzring-23082019-1.jpg DTM – Lausitzring, Libere 1 e 2: Audi insiste con Duval e Green

DTM