Il leader di classifica torna al contrattacco dopo la debacle in gara 1, Nico Müller in seconda posizione nonostante la pessima partenza. Prosegue il dominio Audi, con Mike Rockenfeller nuovamente a podio.

Per la terza volta consecutiva, i piloti dei Quattro Anelli hanno monopolizzato il podio: un chiaro segno del vantaggio di Audi nella stagione DTM 2019, evidente in particolar modo in questa seconda parte.

Oggi la squadra di Ingolstadt ha, difatti, già portato a casa il titolo costruttori, con ben due weekend di anticipo: i suoi 858 punti sono matematicamente irraggiungibili per BMW, ferma ben più in basso a 463 lunghezze.

A vincere la gara domenicale al Lausitzring – come già accennato, la numero 500 nella lunga storia del DTM – è stato René Rast, in gran spolvero dopo l’occasione persa ieri. Partito dalla quarta casella, il pilota di Minden ha potuto guadagnare subito un paio di posizioni, lanciandosi all’inseguimento del collega e poleman Jamie Green prima dell’ingresso in curva 1.

Dopo quattro tornate, sullo stesso rettilineo iniziale, Rast ha superato il veterano britannico senza troppe difficoltà, cominciando subito ad allontanarsi dal resto del gruppo.

Se il pilota #33 ha avuto una partenza brillante, lo stesso non si può dire per il principale inseguitore in campionato, Nico Müller. Terzo sulla griglia, il vincitore del sabato ha perso numerose posizioni a causa della poca reattività, trovandosi ai confini della top ten – e dietro l’avversario Wittmann nella prima serie di curve.

Incapace di superare il due volte iridato del team RMG, Müller ha deciso di anticipare la sua sosta d’ordinanza all’ottavo giro, sperando in un secondo stint meno caotico. La scelta si è rivelata azzeccata per lo svizzero, il quale ha potuto superare numerosi rivali durante il loro out-lap, a gomme fredde.

In questo modo, il #51 è riuscito a portarsi sino alla seconda piazza, preceduto solo da Rast: l’alfiere del team Rosberg ha effettuato il pit stop al dodicesimo passaggio, ma è rientrato in pista con un vantaggio troppo marcato perché Müller potesse raggiungerlo.

Forte di coperture più giovani, Rast ha invece incrementato il distacco dal collega, sino a un massimo di circa 7.7s. Alla bandiera a scacchi, complice l’uso del DRS senza restrizioni negli ultimi 5 minuti di gara, lo svizzero sarà a poco più di 5 secondi dalla vetta.

Sul gradino più basso del podio, Mike Rockenfeller ha bissato il successo di ieri. Il campione 2013 ha mantenuto la calma nonostante le pressioni di Green, in risalita dopo aver perso posizioni a metà evento.

L’ex Mercedes si è infine aggiudicato la quarta piazza, negandola a Robin Frijns nel corso del passaggio numero 28. Con l’olandese di Abt, Audi ha bloccato la prima metà della zona punti.

Il già citato Marco Wittmann è ancora una volta il miglior portacolori BMW, sesto alla bandiera a scacchi dopo una lunga battaglia con le due vetture del team privato WRT. Al pilota RMG va la sesta piazza, davanti a Jonathan Aberdein, Loïc Duval e Pietro Fittipaldi.

L’ultimo punto della giornata spetta a Philipp Eng, autore di una gara in salita dopo essere partito dall’ultima piazzola: i meccanici del team RBM hanno dovuto lavorare sulla sua vettura dopo la qualifica, rompendo le regole del parc fermé.

Per R-Motorsport, infine, quella di oggi è stata un’ulteriore giornata da dimenticare: Daniel Juncadella è l’unico rappresentante della scuderia svizzera ad aver raggiunto il traguardo, mentre le altre Vantage DTM sono state costrette al ritiro.

Terminato il settimo round del DTM 2019, René Rast è saldamente in testa nella corsa al titolo iridato, forte di 234 punti. Il suo vantaggio su Nico Müller passa a 20 punti, mentre Marco Wittmann è distante terzo, con 167 lunghezze all’attivo.

Il penultimo round stagionale sarà al Nurburgring, nel weekend 13-15 settembre.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 2


Stop&Go Communcation

Il leader di classifica torna al contrattacco dopo la debacle in gara 1, Nico Müller in seconda posizione nonostante la […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2019/08/rast-lausitzring-25082019.jpg DTM – Lausitzring, Gara 2: René Rast vince la gara numero 500

DTM