Una rimonta incredibile porta Timo Scheider sul gradino più alto del podio del decimo e penultimo round del DTM 2010. Il tedesco campione in carica della serie ha tramutato tutta la rabbia accumulata ieri durante la Qualifica conclusa al 15esimo posto per un errore di valutazione dei meccanici in una foga agonistica che nessuno dei 14 piloti in pista che lo precedevano è riuscito ad arginare. Uno per uno infatti Scheider li ha superati con un ritmo forsennato ed una strategia, stabilita all’ultimo minuto approfittando della riduzione della durata della corsa da 59 a 38 tornate a causa del crash pronti-via di Premat, che l’ha visto effettuare i due obbligatori pit-stop nelle ultime dieci tornate della corsa. Per Audi si tratta anche della seconda vittoria, dopo quella conseguita in quel di Valencia da Mattias Ekstrom, in un campionato davvero deludente per il marchio tedesco di Ingolstadt.

Completano il podio le due Mercedes # 3 e 4 di Gary Paffett e Bruno Spengler, che ringraziano la pessima performance di Paul Di Resta per guadagnare punti pesanti sul vincitore delle ultime tre gare. Grazie ai 6 punti odierni infatti Spengler riconquista la leadership del campionato portando a 3 le lunghezze di vantaggio su Di Resta e Paffett riduce il distacco con il nuovo leader a 9 lunghezze, rimanendo ancora quindi in corsa per un improbabile vittoria della serie. I due driver sono stati in lotta tra loro per tutto l’arco della corsa, con il canadese in grado all’inizio di allungare sull’inglese, salvo poi farsi raggiungere e superare da quest’ultimo durante la seconda sosta ai box.

Protagonista centrale della corsa odierna è stato, per sua sfortuna, il francese Alexandre Premat, coinvolto in un crash violentissimo al termine della prima tornata. Entrato in collissione con la vettura di Maro Engel nel rettilineo dei box, il francese si è girato finendo contro i muri di protezione alla sinistra della pista e la sua vettura si è capottata più distruggendosi quasi completamente. Premat è quindi prontamente ed incredibilmente uscito dalla sua vettura sulle sue gambe e senza evidenziare alcun problema fisico. Bandiera rossa subito fuori e gara quindi rinviata di un buon quarto d’ora necessario per togliere i detriti dal tracciato. Il restart è quindi avvenuto in regime di safety car e la gara è stata accorciata di 21 tornate.

Altro protagonista odierno, sempre in negativo, è stato un altrettanto sfortunato Paul Di Resta, che ha subito i tamponamenti di Mike Rockenfeller nella prima tornata, e che l’ha visto ripartire dal fondo del gruppo, e di Miguel Molina a sei tornate dal termine, e che l’ha costretto a diminuire il ritmo e a a perdere al penultimo giro l’ottava piazza a favore di Mattias Ekstrom. Lo svedese ha navigato nelle parti alti della classifica per la prima parte della corsa, ma un problema durante la prima sosta gli ha tolto qualsiasi speranza di podio.

Ai piedi del podio compare a sorpresa Markus Winkelhock, che cancella lo 0 dalla classifica piloti per sostituirci un 5 guadagnato oggi approfittando del caos generale. Oliver Jarvis e Martin Tomczyk tagliano il traguardo rispettivamente in quinta e sesta posizione, precedendo Maro Engel. Decimo posto per David Coulthard ed 11esimo per Mike Rockenfeller. Seguono Ralf Schumacher, Jamie Green, CongFu Cheng, Susie Stoddart e Katherine Legge.

Classifica Gara

01. Timo Scheider – Audi – 38 giri in 1:15:01.965
02. Gary Paffett – Mercedes – +8.912
03. Bruno Spengler – Mercedes – +9.738
04. Markus Winkelhock – Audi – +16.965
05. Oliver Jarvis – Audi – +18.008
06. Martin Tomczyk – Audi – +22.527
07. Maro Engel – Mercedes – +34.424
08. Mattias Ekstrom – Audi – +41.246
09. Paul di Resta – Mercedes – +43.757
10. David Coulthard – Mercedes – +47.033
11. Mike Rockenfeller – Mercedes – +47.953
12. Ralf Schumacher – Mercedes – +52.417
13. Jamie Green – Mercedes – +57.321
14. CongFu Cheng – Mercedes – +58.240
15. Susie Stoddart – Mercedes – +1:04.430
16. Katherine Legge – Audi – +1:09.289
17. Miguel Molina – Audi – +7 giri
18. Alexandre Premat – Audi – +37 giri

Francesco Parrotta


Stop&Go Communcation

Una rimonta incredibile porta Timo Scheider sul gradino più alto del podio del decimo e penultimo round del DTM 2010. […]

https://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/dtm9850_1g.jpg Adria, Gara: Capolavoro di Scheider. A secco di punti Di Resta. Spengler secondo, nuovo leader del campionato

DTM