Home Sport News Juventus, spiega la saga contrattuale di Paulo Dybala: Perché l’attaccante cruciale...

News Juventus, spiega la saga contrattuale di Paulo Dybala: Perché l’attaccante cruciale non ha ancora firmato un nuovo contratto

118
0

La celebrazione del goal di Paulo Dybala è fondamentalmente un marchio, una routine riconosciuta in tutto il mondo. La “maschera Dybala” è una delle immagini più iconiche della Serie A con due dita della mano destra alzate, che si avvicinano al naso, appena sotto gli occhi. Sabato sera contro l’Udinese Dybala ha segnato il primo gol della serata, partita che la Juventus avrebbe poi vinto 2-0 (la partita, insieme a tutte le gare di Serie A, è andata in onda su Paramount+). I fan stavano aspettando la sua festa, come sempre. Dybala, invece, interrompe la sua consueta corsa e si gira verso il centro campo. Questa volta non c’era la “maschera di Dybala”, invece ha fatto qualcos’altro. Dybala si è voltato verso la tribuna VIP dove spesso siedono l’amministratore delegato della Juventus Maurizio Arrivabene e il vicepresidente Pavel Nedved, e li ha guardati con aria di sfida.

Come si è rotto il rapporto tra Dybala e la Juventus

L’attuale accordo di Dybala è stato firmato nell’aprile 2017 e scadrà questa estate. Si parla di un rinnovo iniziato molto prima dell’inizio della prima epidemia di COVID-19 nel 2019, quando era in carica l’ex direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici. Le cose sono andate ulteriormente più recentemente con le trattative in corso tra il successore di Paratici, Federico Cherubini e l’agente di Dybala, Jorge Antun. È stata una trattativa complicata, ma sembrava aver finalmente dato i suoi frutti lo scorso novembre, quando entrambe le parti sembravano finalmente concordare un contratto quinquennale da 10 milioni di euro a stagione, comprese le integrazioni. Doveva essere firmato prima di gennaio, ma prima che ciò potesse accadere, Dybala, che è stato soggetto a infortuni nel corso della sua carriera, ha preso un altro colpo. Ha saltato quattro partite tra novembre e dicembre.

Nel frattempo, prima della gara di Supercoppa contro l’Inter, l’ad della Juventus Maurizio Arrivabene ha avuto parole forti su di lui. “Chiunque indossa il nostro numero dieci deve rendersi conto del peso che questo numero ha per noi”, ha detto. La squadra ha chiesto a Dybala e al suo agente di aspettare fino a febbraio per discutere di nuovo della sua situazione contrattuale. La richiesta colse di sorpresa Dybala, era pronto a firmare il suo nuovo contratto da settimane.

Vedi anche:  Scelte d'angolo: migliori scommesse, quote, pronostici per AC Milan-Fiorentina, Tottenham-Leicester e altro

Subito dopo che la Juventus ha perso la Supercoppa contro l’Inter, l’informato giornalista argentino Cesar Luis Merlo ha raccontato che Paulo Dybala ha deciso di non rinnovare il contratto con la Juventus. Secondo lui, Dybala lascerà il club a fine stagione se non cambierà nulla nelle prossime settimane. Secondo Sky Sport Italia cambiano anche i numeri che propone la Juventus. Quello che è chiaro è che entrambe le squadre hanno bisogno di ritrovarsi e rinegoziare, un fatto che Dybala ha più o meno confermato nell’intervista post partita dopo aver battuto l’Udinese: “C’è stato tanto rumore, tante cose sono successe e io preferisco di no per parlarne. Non ho niente da dimostrare a nessuno. Il club ha deciso che ne parleremo a febbraio o marzo”, ha detto a DAZN.

Dove vanno Dybala e la Juventus da qui?

Quando Paulo è arrivato alla Juventus nell’estate 2015 è stato subito amato dai tifosi. Lo consideravano il naturale successore della leggenda della Juventus Alessandro Del Piero. Dopo due stagioni infatti il ​​manager Massimiliano Allegri (allora al suo primo stint con la squadra) e la società decisero di assegnargli la prestigiosa maglia numero dieci. E di recente, come prima partita di questa stagione, a Dybala è stata consegnata la fascia da capitano, un altro segno di come il suo ruolo nello spogliatoio sia stato cruciale negli ultimi tempi. Ovviamente ora è tutto cambiato. Dopo la richiesta della Juventus di aspettare, dubbio e persino panico si sono introdotti in una situazione che molti avevano considerato tutt’altro che risolvibile. Ha diviso i tifosi. Alcuni non hanno apprezzato il gesto di Dybala contro l’Udinese, altri invece sono dalla parte del giocatore. È probabile che ora per raggiungere un nuovo accordo qualcuno avrà caverna, almeno un po’. Il giocatore potrebbe dover abbassare le sue richieste, ma questo sembra improbabile al momento.

Vedi anche:  Diretta streaming finale di Coppa Italia, ora d'inizio, bracke: come guardare Juventus-Inter su Paramount+

È certo che se i colloqui dovessero crollare ci saranno altri top club europei pronti a offrire uno stipendio simile a quello che chiede Dybala. In passato ci sono stati colloqui con club della Premier League come Manchester United e Tottenham. E dato che il nuovo allenatore degli Spurs è lo stesso Paratici che inizialmente ha aperto i colloqui con Dybala (e che lo ha anche acquistato per la Juventus dal Palermo nel 2015), sembra probabile che gli Spurs stiano almeno valutando fortemente di pagare quanto chiede l’argentino.

Nella corsa sarà probabilmente coinvolta anche l’Inter. L’ad nerazzurro Beppe Marotta ha detto domenica a DAZN: “Quando un giocatore del livello di Dybala si avvicina alla scadenza del contratto è normale che sia legato a grandi club come il nostro. Dobbiamo provarci con tutti, ma al momento ci siamo. soddisfatti e rispettiamo questi attaccanti che ci stanno dando grandi soddisfazioni”. Queste parole suggeriscono che nelle prossime settimane verrà adottato un approccio, poiché aspettano il momento per capire meglio dove si trova Dybala. Tra l’altro, l’Inter era molto vicina all’acquisto di Paulo Dybala prima del suo arrivo alla Juventus nell’estate 2015, come ha rivelato dal tecnico della Nazionale italiana Roberto Mancini: “Eravamo a un passo dalla finalizzazione dell’accordo con il Palermo. Poi l’Inter ha aspettato. troppo tempo, e la Juventus è stata abbastanza veloce da fargli cambiare idea”, ha detto durante un’intervista al Corriere dello Sport nel 2017.

Inter e Spurs non saranno gli unici club interessati, certo, ma per ora tutto dipende da cosa vuole Dybala e da quanto la Juventus resta disposta a pagare. Se qualche settimana fa il rinnovo del contratto sembrava essere solo questione di tempo, ora tutto è possibile. Con l’attuale accordo in scadenza tra cinque mesi, è sicuramente una situazione preoccupante per i tifosi bianconeri.

Articolo precedenteUfficio analisi tecniche: Acerinox, Solaria, Faes, Fluidra, Oryzon, Técnicas, BMW e Rivian
Articolo successivoTrasferimento di Christian Eriksen: il Brentford potrebbe offrire a Dane un ritorno a sorpresa in Premier League, secondo quanto riportato