Home Economia Netflix affonda dopo il taglio di Goldman Sachs, che teme un altro...

Netflix affonda dopo il taglio di Goldman Sachs, che teme un altro calo degli abbonamenti

129
0

I titoli di Netflix hanno sperimentato un forte ritracciamento di 5,1 punti questo venerdì dopo che Goldman Sachs ha declassato le azioni della piattaforma di streaming per “vendere”. Inoltre, la banca di New York ha tagliato il prezzo obiettivo a $ 186 per azione dai precedenti $ 265 per titolo. Finora quest’anno, il prezzo del colosso dello streaming è sceso del 69,63%.

Gli analisti hanno notato che i downgrade a Netflix, così come alla società di videogiochi Roblox Già eBay, sono stati realizzati dopo aver deciso di “incorporare una maggiore probabilità di un ambiente macro più debole e una crescita dei ricavi nettamente inferiore per riflettere una più ampia maturazione del settore”. In altre parole: l’aumento dei tassi, l’aumento della concorrenza e la fine delle restrizioni dovute al Covid-19 hanno messo a dura prova la valutazione di Netflix.

Gli analisti di Goldman Sachs spiegano che anche questo downgrade del rating di Netflix è dovuto a “preoccupazioni per l’impatto di una recessione sui consumatori, nonché per l’aumento dei livelli di concorrenza”. Su un palco che ci sono sempre più attori (Disney, Amazon, Warner, Apple, Paramount…)la banca statunitense ha espresso preoccupazione per il fatto che i consumatori a corto di liquidità si rendano conto che stanno pagando troppi servizi di streaming e è necessario rimuovere uno qualsiasi dei tuoi abbonamenti.

Vedi anche:  Yellen: "Il livello di inflazione negli Stati Uniti è inaccettabile"

Va ricordato che Netflix continua con i suoi piani per introdurre la pubblicità nei suoi piani di abbonamento. Secondo quanto l’azienda avrebbe informato i dipendenti tramite una mail, questo livello sarebbe quello con il prezzo più basso e inizierebbe la sua commercializzazione a fine anno, prima di quanto previsto dal mercato.

Secondo le informazioni pubblicate lo scorso maggio dal ‘The New York Times’, un mezzo che ha avuto accesso a questi documenti, i dirigenti di Netflix prevedono di lanciare questo nuovo abbonamento nell’ultimo trimestre del 2022, mentre intendono prendere una posizione più severa nel volto di account condivisi tra la sua base di utenti, qualcosa che è consentito e che ha contribuito alla popolarità del servizio.

Inoltre, è importante sottolinearlo per la prima volta in un decennio, Netflix ha perso abbonati alla fine del trimestre. Il gigante dello streaming ha visto 200.000 abbonati cancellare la propria iscrizione durante i primi tre mesi del 2022, ben al di sotto delle sue aspettative, poiché contava di aggiungere 2,5 milioni di abbonati alla sua piattaforma nei primi tre mesi del 2022.

Vedi anche:  Video analisi di Ence: impeccabile 'ritorno' alle vecchie linee guida ribassiste

Al momento della pubblicazione dei risultati, Netflix aveva 221,64 milioni di abbonati in tutto il mondo e la società prevedeva di perdere altri due milioni di abbonati nei prossimi tre mesi.

Articolo precedenteWhatsApp apre gruppi fino a un massimo di 512 partecipanti
Articolo successivoPriorità di trasferimento del Tottenham Hotspur: Antonio Conte può costruire profondità dietro l’attacco di Kane, Kulusevski, Son?