Home Economia Nel breve, Santander è più forte di BBVA: perché?

Nel breve, Santander è più forte di BBVA: perché?

73
0

Nonostante i ribassi delle ultime due sessioni, i titoli hanno saputo chiudere (o, come è lo stesso, annullare) il gap ribassista, per definizione forte resistenza, di 3,2375 euro.

Analisi tecnica
GAP ribassista
GAP ribassista

Breve termine

Medio termine

Lungo termine

A medio e lungo termine, sia BBVA che Santander tendono a farlo in modo simile. Un anno uno fa meglio e l’altro l’altro. Ma approssimativamente si muovono in modo simile quasi sempre. Tuttavia, a brevissimo termine, si nota una maggiore forza nei titoli dell’entità cantabrica rispetto a quella basca. E perché è così?

I due titoli, come l’intero mercato globale dei blocchi, se ne sono andati importanti ‘gap’ ribassisti alla fine di febbraio nella sessione del 24. E questi tipi di lacune spesso funzionano come chiare aree di resistenza. E quello che abbiamo è che Santander, nonostante le cadute degli ultimi due giorni, ha chiuso il gap al ribasso di 3,2375 euro mentre BBVA non l’ha raggiunto. E se è vero che possiamo dire che le due grandi banche del nostro Paese lo sono spostamento laterale da fine 2020A breve termine, Santander sembra un po’ più forte per questo fatto.

Vedi anche:  Senza uscire dal copione: OPEC+ aumenta la produzione di maggio di 432.000 barili al giorno

In questo momento, il valore ha come supporto più immediato il livello di 3,03 e il gap rialzista di 2,9830 euro. E come resistenze i 3.2630 ei 3.48 euro (massimo annuale).

san010422
Grafico giornaliero di Santander
Articolo precedenteBBVA si ferma dopo aver parzialmente colmato il divario al ribasso alla fine di febbraio
Articolo successivoL’Asia chiude in ribasso mentre il “tankan” giapponese mostra una minore fiducia delle imprese