Home Salute Monkeypox e covid: quale virus è più contagioso?

Monkeypox e covid: quale virus è più contagioso?

95
0

Il vaiolo delle scimmieinsieme a otto possibili casi rilevati in Madrid, è un virus sconosciuto per il sistema sanitario spagnolo ma con capacità pandemica inferiore rispetto al covid, poiché la sua trasmissione non è respiratoria ma da contatto ravvicinato attraverso fluidi, pelle o lesioni cutanee attive, “più facile da contenere”.

Il portavoce della Società per le Malattie Infettive e la Microbiologia (SEIMC), Fernando De la Calle, ha sottolineato che da sempre è più facile che un virus respiratorio diventi una pandemia come il covid o l’influenza, ma in teoria il virus delle scimmie o “monkeypox” ha una capacità pandemica inferiore perché costretto a vivere con una persona malata.

Tuttavia, “tutto dipenderà dalle cose fatte bene”, ha avvertito.

De la Calle ha avvertito dell’importanza di avere una “buona fase di contenimento” e che i casi sospetti, una volta confermati, sono isolati in quarantena o manipolati in unità specializzate nelle infezioni di alto livello, poiché ai loro tempi erano quelli che curavano i pazienti con Ebola.

Nonostante il virus conosciuto dalla fine degli anni ’50De la Calle ha spiegato che si tratta di a nuovo virus con focolai in L’Africa e un rivolo fuori continente, che in Spagna è apparso per la prima volta con quelle otto notifiche di possibili casi, ancora in attesa di conferma.

Vedi anche:  La shigellosi, un'infezione a trasmissione sessuale, aumenta in Spagna

Ha insistito su questo in Spagna non sono mai stati segnalati casi sospetti o confermati e ha ricordato che il più grande focolaio, al di fuori dell’Africa, è stato nel 2003 negli Stati Uniti a seguito del trasferimento di scimmie e roditori dal Ghana ai laboratori di ricerca, che avevano il virus.

Ed è così che, attraverso il contatto con i fluidi, il virus finisce per saltare dall’animale alla persona.

Nessun trattamento specifico

De la Calle lo ha specificato non esiste un trattamento specifico disponibile per questa malattia Ma sembra, il vaccino contro il vaiolo può essere protettivo contro complicazioni e comportamenti più aggressivi.

Ha spiegato che la malattia produce lesioni cutaneecome vescicole con pustole che finiscono per sviluppare pus. La malattia può durare due o tre settimane. ed è più contagioso quando il paziente ha lesioni attive.

Vedi anche:  Quali animali trasmettono il vaiolo delle scimmie nella sua variante occidentale?

Tuttavia non c’è contagio quando le lesioni sono risolte o guarite e non prima che appaiano.

De la Calle ha voluto lanciare un messaggio di attenzione. “Devi essere attento e vigile, ma senza che ciò significhi essere spaventato. E capisci che è un virus che si sa cosa apre le porte per essere fuori controllo o per essere contenuto in alcuni casi.” “Stiamo ancora imparando a conoscere questo virus”, ha aggiunto.

In Spagna, questi otto casi ancora in attesa di test presso il Centro Nazionale di Microbiologia si stanno evolvendo bene, come riportato dal Ministero della Salute della Comunità di Madrid, anche se hanno ammesso che la malattia può richiedere il ricovero in ospedale.

Dopo che questi otto casi sono stati notificati questo martedì, il Ministero della Salute ha diramato un’allerta a livello nazionale, ha contattato il Comitato di allerta e ha notificato “tutti gli attori chiave per garantire una risposta rapida, coordinata e tempestiva”, come riportato dal Ministero mercoledì.

Articolo precedenteTelefónica emette un prestito obbligazionario senior sostenibile per un importo di 1.000 milioni di euro
Articolo successivoArcelorMittal cancella 60 milioni di azioni proprie