Home Economia Molto male va data alla Repsol per non aggredire i massimi storici

Molto male va data alla Repsol per non aggredire i massimi storici

62
0

Con il petrolio che si consolida nell’area dei massimi annuali e storici, stento a credere che la nostra compagnia petrolifera non osi con l’unica vera resistenza che le è rimasta oggi: massimi storici a 13.736 euro.

Analisi tecnica
LINEA GUIDA ribassista
LINEA GUIDA ribassista
S1
undici
S2
10.28
R1
13.11
R2
13.73

Breve termine

Medio termine

Lungo termine

Repsol si è svegliato questo mercoledì essendo il valore più debole dell’Ibex 35, ma c’è l’intera sessione e metà della settimana avanti per avere la chiusura della candela settimanale. Le sensazioni non possono essere migliori in questo momento nei titoli della compagnia petrolifera, indipendentemente dal fatto che nel breve si possa prendere (o meno) una pausa. Tutto suggerisce che prima o poi attaccherà la resistenza in cui si presenta il massimo del 2011 nei 13,11 euro. e al di sopra massimi storici a 13,73 euro (adeguato la serie storica dei prezzi a tutti i dividendi distribuiti nel corso della storia). Sotto, dalla parte degli appoggi, abbiamo il più immediato a 11 euro.

rep0903223
Grafico settimanale Repsol (REP)
Articolo precedenteAudax riemerge come una fenice: polverizza la resistenza e sogna di attaccare la linea guida ribassista
Articolo successivoQuesto è l’Amazon Echo Show 15