Home Technologia Microsoft e Google si uniscono al veto tecnologico alla Russia

Microsoft e Google si uniscono al veto tecnologico alla Russia

203
0

L’elenco delle grandi aziende che decidono di interrompere la vendita dei propri prodotti e servizi in Russia come gesto di protesta contro la loro invasione militare di Ucraina Non smette di crescere. Questo venerdì sono stati i giganti della tecnologia microsoft e Google che hanno annunciato che seguiranno quella strada.

In una dichiarazione pubblicata venerdì, il presidente di Microsoft, Brad Smithha confermato che “tutte le nuove vendite di prodotti e servizi in Russia saranno sospese”, pur precisando che i contratti già firmati con Mosca non saranno cancellati da tale decisione. Bielorussiaalleato di Cremlino nella sua operazione di guerra contro l’Ucraina, per il momento non sarebbe interessata da questo blocco.

Sebbene l’azienda non abbia fornito maggiori dettagli, la sua decisione potrebbe avere un forte impatto su tutte le persone e le aziende che utilizzano i suoi servizi come Windows, Office, la console per videogiochi Xbox o Azure, i suoi servizi di cloud computing, fondamentali per supportare l’architettura digitale di molti di essi.

Vedi anche:  Elon Musk sospende temporaneamente l'acquisto di Twitter

Google mette in pausa gli annunci

Google Venerdì ha anche annunciato che “alla luce delle circostanze straordinarie” che si stanno verificando nell’Europa orientale “sospenderà” la vendita di annunci in Russia. Proprietà di Alfabeto, Google era stato accusato dal Cremlino di consentire la pubblicazione di annunci sulla guerra. La pubblicità rappresenta oltre l’85% delle entrate dell’azienda, che già nei giorni precedenti aveva ritirato la monetizzazione dei video dai media russi come RT in Youtube.

Microsoft e Google seguono così le orme di altre grandi aziende del settore tecnologico come Manzana, che ha sospeso la vendita dei suoi dispositivi il 1° marzo. La sua decisione è stata presa “in coordinamento” con le sanzioni imposte dai governi di stati Unitiil Unione Europea (UE) e il Regno Unito.

Vedi anche:  Questo è il nuovo mouse Logitech Lift

Nelle ultime settimane, Microsoft ha assistito il governo ucraino nel rilevamento e nella risposta attacchi informatici lanciato dal Cremlino. “Dall’inizio della guerra, abbiamo agito contro il posizionamento russo, le misure distruttive o dirompenti contro più di 20 organizzazioni del governo, delle telecomunicazioni e del settore finanziario ucraini”, si legge nella nota. “Abbiamo sollevato pubblicamente la nostra preoccupazione che questi attacchi ai civili violino la Convenzione di Ginevra”.

Articolo precedentePronostico Inter vs Salernitana, quote, come guardarlo, live streaming: 4 marzo 2022 Scelte Serie A italiana
Articolo successivoUfficio analisi tecniche: Santander, PharmaMar, Arcelor, ACS, Kering, ASML, Nvidia…