Home Vita Pratica McDonald’s: il menu Happy Meal non ha quasi mai visto la luce?

McDonald’s: il menu Happy Meal non ha quasi mai visto la luce?

186
0

Prima di diventare il successo mondiale che è oggi, l’Happy Meal non era necessariamente apprezzato dai dirigenti McDonald’s. In effetti, non ha quasi mai visto la luce. Stopandgo vi racconta tutto dalla A alla Z!

McDonald’s: gli Happy Meal per adulti sono un successo

L’Happy Meal è indubbiamente uno dei prodotti di punta di McDonald’s. Questo piccolo menu con un panino, un contorno, una bevanda, un dessert e un giocattolo è un successo. Ed è così, con bambini e adulti!
McDonald’s ha recentemente lanciato negli Stati Uniti un nuovo menu Happy Meal… per adulti. Quindi nessun piccolo hamburger. Invece, dieci crocchette e un Big Mac. E non è tutto. Anche gli adulti hanno diritto al loro giocattolo!
McDonald’s ha collaborato con il marchio Cactus Plant Flea Markets per dare vita a giocattoli retrò. Così i piccoli personaggi Hamburglar, Grimace e Birdie sono nascosti nell’Happy Meal.
Questi giocattoli sono un vero successo. Come prova, in seguito si vendono per una piccola fortuna. Infatti, sui siti web specializzati, la loro rarità ne fa decollare il prezzo. Così, alcuni giocattoli vengono messi in vendita per migliaia di dollari. Sorprendente!
Ma questa bella storia dell’Happy Meal non ha quasi mai visto la luce. In effetti, in origine, i manager di McDonald’s non ha supportato l’imballaggio. Stopandgo vi racconta di più!

Vedi anche:  Scaffale da cucina Lidl, in offerta a soli €27,99!

Svelata l’origine dell’Happy Meal

L’Happy Meal è oggi un successo mondiale, ma non avrebbe mai potuto essere creato. In effetti, la famosa scatola rossa non compariva quasi mai nel menu di McDonald’s.
A 7news, Bob Bernstein, uno dei progettisti della scatola rossa, ha rivelato di più. “Erano un po’ riluttanti. Non l’hanno accolta immediatamente. Ci è voluto un un po’ di convinzione da parte nostra”.spiega.
Bob Bernstein ha colto al volo l’occasione quando McDonald’s ha dichiarato di voler per riconquistare la fiducia delle famiglie e l’approvazione dei bambini. Una sfida complicata!
“Volevamo recuperare con i bambini e la famiglia e dire che eravamo amici dei bambini”.spiega Bob Bernstein. Notò che suo figlio amava mangiare i cereali.
Gli venne un’idea. “I bambini vogliono fare qualcosa quando mangiano. Così ha deciso di creare un cestino per il pranzo di McDonald’s per i bambini. Ha persino aggiunto un arco alla scatola per poterla trasportare.
All’interno, la scatola è stata progettata per essere divertente con puzzle, libri, indovinelli o anche giochi. Bob Bernstein ha persino assunto degli illustratori per decorare l’Happy Meal.
Ma McDonald’s era ancora riluttante a svelare il nuovo menu. “Le aziende non l’hanno capito subito. Volevano vedere più test. È stato un po’ insolito”.spiega.
Solo nel 1979 McDonald’s ha lanciato l’Happy Meal in tutto il mondo. E nel 1984, con l’aggiunta delle crocchette al menu, fu un successo totale. Che traiettoria!

Articolo precedenteInstagram: come evitare di essere taggati nei post?
Articolo successivoLidl svela l’accessorio perfetto per l’inverno a meno di 17 euro
Ho 25 anni e da 3 anni lavoro nel Digital, scrivo più veloce della luce! Sono appassionata di rugby e boxe ma mi piacciono anche l'arte e la letteratura!