Home Salute Margarita del Val: “Il vaiolo è benigno ma provoca grandi lesioni cutanee”

Margarita del Val: “Il vaiolo è benigno ma provoca grandi lesioni cutanee”

73
0

Il ricercatore di Consiglio superiore per la ricerca scientifica (CSIC) Margherita di VaHa precisato in merito al vaiolo delle scimmiedi cui otto probabili casi in attesa di conferma sono stati individuati a Madrid, ovvero a disturbo “ragionevolmente benigno”. ma causa “lesioni molto grandi e cospicue” sulla pelle.

“Quello che devi fare è individuare l’origine, la trasmissione e interromperla il prima possibile”, ha detto Del Val ai giornalisti prima del suo discorso al primo vertice internazionale sulla gestione delle pandemie, organizzato dal Comune di Valencia.

Dopo aver chiarito che anche se si chiama vaiolo delle scimmie “è trasmesso dai roditori”il ricercatore ha evidenziato che da tempo si registrano rari casi tra le persone che usavano i topi come animali da compagnia, anche se sembra che può essere trasmessa anche sessualmente sebbene sia più difficile da rilevare.

Vedi anche:  Vaiolo, storia di un genocidio, di Olga Merino

anche sessualmente

Si tratta di un virus che provoca “lesioni sulla pelle molto grandi e cospicue”, ha indicato, aggiungendo che da un po’ di tempo si sono verificati casi rari tra le persone che usavano i topi come animali da compagnia, ora sembra che possa essere trasmesso anche sessualmente, anche se è più difficile da rilevare.

“È una malattia ragionevolmente benigno ma molto fastidioso per le ferite che provoca, che sono molto grandi”, ha affermato, anche se alla domanda se c’è qualcosa di cui preoccuparsi ha spiegato che contro il vaiolo “creiamo un’immunità molto potente”.

Le lesioni “sono locali e si curano da soli” e non ci sono “casi così gravi”, ha indicato Del Val, aggiungendo che questa malattia è nota da anni in altri paesi, soprattutto nei giovani che avevano i topi come animali da compagnia, e ha indicato di non sapere se in alcune persone in particolare provoca sintomi più gravi.

Vedi anche:  Gli esperti non vedono "rigore scientifico" nell'uso delle mascherine all'aperto

Articolo precedenteArrivano le ultra-piccole LinkBuds S con un suono ambientale naturale
Articolo successivoDBRS mantiene il rating di Sabadell ad “A” e migliora l’outlook dell’entità