Home Maisons du Monde Maisons du Monde in grave difficoltà, tra 40 e 50 negozi presto...

Maisons du Monde in grave difficoltà, tra 40 e 50 negozi presto chiusi in Francia

95
0

Maisons du Monde au plus mal entre 40 et 50 magasins bientôt fermés en France

Contraccolpi per : chiusure di negozi in vista!

Per anni, Maisons du Monde è stato un grande successo tra i consumatori. Tuttavia, sembra che l'azienda stia affrontando delle difficoltà. In una recente comunicazione, ha rilasciato una dichiarazione che non dà molto conforto.

Chiusure imminenti per Maisons du Monde

Lo stesso percorso sembra essere destinato anche a Maisons du Monde. In una dichiarazione, l'azienda ha annunciato consumatori una notizia dispiacente. Ha rivelato che presto chiuderà diversi negozi.

La è vicina per 40-50 dei suoi 340 negozi entro il 2026. Questo è ciò che l'azienda ha indicato nel suo comunicato rilasciato pochi giorni fa, dichiarando il suo desiderio di “l'intensità del capitale con una rete di negozi più equilibrata e ottimizzata”.

I nostri colleghi de Le Parisien hanno sottolineato come il netto di Maisons du Monde abbia subito una forte diminuzione rispetto al 2022. La società intende quindi trasferire “circa il 30 % della rete in affiliazione o franchising”, entro due anni.

Nel suo comunicato, il gruppo ha anche aggiunto: “A fine 2023, la rete di negozi raggiungeva i 340 negozi propri, a seguito di 18 chiusure nette. Di cui 5 trasferimenti di negozi a affiliati, come previsto”.

Un calo significativo

L'azienda ha anche specificato che le vendite hanno subito un calo del 9,3 % nel 2023 rispetto al 2022. Maisons du Monde ha spiegato il motivo di questo calo nel suo comunicato.

Leggi anche :  Ikea, Maisons du Monde: è il momento migliore per acquistare i tuoi mobili

L'azienda ha rivelato che questo calo è stato causato da un contesto difficile per il settore Casa e Decorazione, esacerbato da fattori macroeconomici sfavorevoli (incertezze geopolitiche, inflazione senza precedenti, calo della fiducia dei consumatori)”.

Di conseguenza, le vendite di per la decorazione sono diminuite del 9,9 % in un anno, quelle di dell'8,4 %, come sottolineato dai nostri colleghi de Le Parisien. È certo che questo è un periodo molto complicato per i grandi .

È per questo motivo che molti hanno deciso di prendere in mano la situazione prima di andare completamente in rovina. Così, Maisons du Monde ha identificato una cinquantina di negozi che potrebbero migliorare la loro redditività.

Le Parisien ha rivelato: “Tra le soluzioni per raggiungere questo obiettivo, figurano la rinegoziazione degli affitti, la cessione a affiliati o il trasloco, ad esempio dal centro città a una zona commerciale”.

Dichiarazioni confortanti

Il direttore esecutivo delle operazioni del gruppo ha voluto rassicurare sul fatto che la chiusura di diversi negozi avrebbe riguardato solo una “infima” parte del parco. Parlando all'AFP, Christophe Lapotre ha affermato che la chiusura definitiva colpirà solo una “minima” parte del parco.

Leggi anche :  Il letto da giardino di Maisons du Monde che si trasforma in una sedia a sdraio pieghevole

Ha poi sottolineato che stava già lavorando all'apertura di nuovi punti vendita. Di fronte a questo calo, Maisons du Monde ora vuole raddoppiare gli sforzi per attrarre i consumatori.

Secondo François-Melchior de Polignac, direttore generale dell'azienda, l'azienda metterà l'accento sulla “semplificazione e la disciplina finanziaria”.

Come indicato nel comunicato rilasciato solo pochi giorni fa, Maisons du Monde ha annunciato di voler 85 milioni in tre anni. Per raggiungere questo obiettivo, il gruppo implementerà diverse misure.

Chiusura di negozi, trasferimenti, riduzione delle scorte, dimezzamento del numero di fornitori… l'azienda ha già pensato a diverse soluzioni. Resta da vedere se queste si riveleranno sufficienti. Continueremo a seguire la situazione.

4.4/5 - (10 votes)

Come giovane media indipendente, Stop&Go.TV ha bisogno del vostro aiuto. Sosteneteci seguendoci e segnalandoci su Google News. Grazie per il vostro sostegno!

Seguici su Google News