Home Economia L’utile di Wells Fargo crolla: guadagna quasi il 50% in meno nel...

L’utile di Wells Fargo crolla: guadagna quasi il 50% in meno nel secondo trimestre

134
0

Wells Fargo ha riferito venerdì che l’utile della società nel secondo trimestre del 2022 è diminuito di quasi la metà rispetto al 2021. La banca con sede a San Francisco ha comunicato a utile netto di 3.119 milioni di dollari Al 30 giugno di quest’anno, mentre dodici mesi fa questa cifra è salita a 6.040 milioni di dollari.

Una delle banche più importanti del paese nordamericano, Wells Fargo, ha anche visto il loro reddito diminuire in modo significativo rispetto allo scorso anno e alle stime di consenso. Le vendite dell’azienda californiana nel trimestre sono state 17.028 milioni di dollari500 milioni in meno rispetto alle attese dei mercati (17.530 milioni) e 3.000 milioni in meno rispetto ai dati del 2021, quando i ricavi sono stati 20.270 milioni di dollari.

Il utile per azione È anche sceso al di sotto delle aspettative, poiché il mercato ha calcolato un EPS di 82 centesimi, che finalmente è stato 74 centesimi; nello stesso trimestre dell’anno scorso, l’utile per azione è salito a $ 1,38 per azione. Tuttavia, e nonostante i dati trimestrali, Wells Fargo condivide sono aumentati del 6,17% a Wall Street.

Vedi anche:  OHLA e TIIC firmano la costruzione del parcheggio dell'Ospedale Niño Jesús di Madrid

Inoltre, i risultati includono 576 milioni di dollari di svalutazione del patrimonio nettoprincipalmente a causa della “nostra attività di venture capital affiliata, guidata dalle condizioni di mercato”.

Sono inclusi anche i conti bancari statunitensi un aumento dei prestiti e dei depositi medi. I prestiti medi sono saliti a 926,6 milioni di dollari rispetto agli 854,7 milioni di dodici mesi fa, mentre i depositi medi sono leggermente aumentati dai 1.435,8 milioni di dollari dello stesso anno del 2021 ai 1.445,8 milioni di questo trimestre.

Il profitto finanziario (ROE) è diminuito dal 13,6% del 2021 al 7,1% del 30 giugno 2022. Da parte sua, il ritorno sul patrimonio tangibile (ROTCE, per il suo acronimo in inglese) cala di quasi il 50%: dal 16,3% all’8,6% in questo trimestre.

CEO di Wells Fargo, Charlie Scharfha sottolineato che “sebbene il nostro utile netto sia diminuito nel secondo trimestre, i nostri risultati sottostanti riflettevano la nostra migliore capacità di guadagno con una spesa inferiore e tassi di interesse più elevati che alimentano una forte crescita netta.

Vedi anche:  Acciona Energía, in assoluta libera e senza freni

Scharf lo fa notare la qualità del credito è rimasta “forte”mentre i proventi non finanziari sono diminuiti per il fatto che “l’aumento dei tassi di interesse e l’indebolimento dei mercati finanziari I risultati dei servizi di capitale di rischio, delle banche ipotecarie, delle banche di investimento e della consulenza di intermediazione sono diminuiti”.

“Guardando avanti, i nostri risultati dovrebbero continuare a beneficiare del contesto di aumento dei tassi di interessee si prevede che la crescita del margine di interesse dovrebbe più che compensare qualsiasi ulteriore pressione a breve termine sul reddito non da interessi”, ha affermato il CEO di Wells Fargo, che prevede che “le perdite su crediti aumenteranno da questi livelli incredibilmente bassi, ma non abbiamo ancora visto alcun significativo deterioramento dei nostri portafogli di consumatori o commerciali”.

“Le nostre iniziative di efficienza continuano e il recente stress test della Federal Reserve confermato la nostra solida posizione patrimoniale e la nostra capacità di restituire il capitale in eccesso agli azionisti attraverso dividendi e riacquisti di azioni ordinarieScharf ha condannato.

Articolo precedenteTrasferimenti dell’Arsenal: l’interesse di Oleksandr Zinchenko si è rianimato mentre i Gunners cercano di respingere la mossa di Gabriel della Juventus
Articolo successivoRobert Lewandowski al Barcellona: l’attaccante del Bayern Monaco è sul punto di unirsi ai giganti della Liga