Home Technologia L’UE approva l’uso di un caricabatterie unico e universale per telefoni cellulari...

L’UE approva l’uso di un caricabatterie unico e universale per telefoni cellulari e laptop

166
0

A partire dall’autunno del 2024, tutti i paesi del Unione europea (Unione Europea) sarà obbligato ad utilizzare gli stessi caricabatterie unico e universale per smartphonecompresse e laptop. Lo ha approvato martedì il Parlamento europeo dopo aver raggiunto un accordo con i membri del club comunitario. La norma riguarderà anche altri dispositivi come fotocamere digitali, cuffie, libri elettronici o console di gioco portatili.

Con questa decisione, il nuovo e tanto atteso regolamento di Bruxelles imporrà per tutti quei dispositivi cellulari un porto USB-C con l’obiettivo di ridurre i rifiuti tossici causati dai migliaia di cavi diversi esistenti, oltre a difendere i diritti dei consumatori, che fino ad ora erano costretti ad accumulare diversi tipi di caricabatterie.

Il commissario europeo per l’Industria, il francese Thierry Breton, ha celebrato su Twitter l’accordo raggiunto per l’utilizzo di un caricatore unico, assicurando che con esso “prevalesse l’interesse generale dell’Unione Europea”. I connettori delle porte micro USB e USB-C rappresentano l’80% del mercato europeo.

Questo messaggio si riferisce all’opposizione frontale al progetto presentato da Manzana. Il colosso tecnologico americano denuncia da mesi il progetto, in quanto difende la sua tecnologia di ricarica e connessione Lightning, un sistema differenziato dai caricabatterie USB-C che gli porta grandi guadagni. A partire dall’autunno 2024, gli utenti europei potranno utilizzare caricabatterie più economici per i propri dispositivi. i phoneiPad o Mac.

Vedi anche:  Tastiere, mouse e cuffie della collezione Logitech G Aurora

Più risparmio per i consumatori

Breton ha anche celebrato che l’adozione di un caricabatterie unico e universale significa “maggiori risparmi per i consumatori europei e meno sprechi per il pianeta”. In un comunicato stampa, il Europarlamento ha puntato nella stessa direzione, assicurando che l’accordo raggiunto martedì renda i prodotti nell’UE “più sostenibili”.

“I consumatori non avranno più bisogno di un dispositivo e di un cavo di ricarica diversi ogni volta che acquisteranno un nuovo dispositivo e potranno utilizzare un caricabatterie per tutti i loro piccoli e medi dispositivi elettronici portatili”, si legge nella posizione di Bruxelles. L’accordo certifica inoltre che l’adozione di un unico caricabatterie non influirà sulla ricarica rapida supportata da alcuni dispositivi.

In questo modo, l’Ue riesce a considerare chiuso un obiettivo che è stato verbalizzato nel 2009 ma che è stato recepito in una direttiva solo nel 2014, quando i paesi europei sono stati esortati a unificare i caricatori “su base volontaria”, cosa che non ha prosperato.

Vedi anche:  Mobile World Congress 2022 Barcellona: notizie e ultime notizie

Articolo precedenteBofA ribadisce il suo consiglio ‘buy’ su Aena, con target price a 163 euro
Articolo successivoJesús Gascón, nominato nuovo Segretario di Stato per le Finanze