Home Economia L’oro si riattiva come valore rifugio in piena crisi e conquista quota...

L’oro si riattiva come valore rifugio in piena crisi e conquista quota 1.900

93
0

L’oro recupera il suo ruolo di bene rifugio nel mezzo della crisi in Ucraina e supera i 1.900 dollari l’oncia (+0,3%; $ 1.906,80) poiché gli investitori cercano di evitare il rischio e si accovacciano in investimenti tranquilli per resistere alle tensioni geopolitiche.

Il metallo prezioso raggiunge questo martedì massimi di quasi nove mesi dopo Vladimir Putin, presidente russo, ha dichiarato ieri sera l’indipendenza delle regioni separatiste ucraine Donetsk e Lugansk e ha inviato truppe nella zona.

“Con il deterioramento della situazione nell’Europa orientale, ci sono pochissimi motivi per essere negativi sull’oro in questo momento”, afferma Jeffrey Halley, Market Analyst di OANDA.

L’oro è in aumento dello 0,03% in questo momento a $ 1.900,40 l’oncia.

“Mentre c’è ancora speranza che la diplomazia riduca l’attrattiva dell’oro come rifugio, ci sono ragioni per credere che un’invasione possa arrivare in qualsiasi momento. Ciò manterrà l’oro ben supportato”, ha affermato Craig Erlam, anche analista di OANDA.

Vedi anche:  L'Ibex 35 affonda del 2,5% mentre i tamburi di guerra risuonano sull'Ucraina

In questo senso, Juan José Fernández-Figares, direttore dell’analisi di Link Securities, sottolinea che questi rialzi dell’oro suggeriscono che saranno i valori legati a questa materia prima chi ‘grazie al cielo’ lo fa durante questo martedì.

L’oro è considerato una copertura contro l’inflazione e i rischi geopolitici. L’argento, nel frattempo, ha guadagnato l’1,3% a $ 24,31 l’oncia. Il platino è aumentato dell’1,2% a $ 1.0901,40 e il palladio è aumentato del 3,3% a $ 2.415.

Articolo precedenteProbabilità Villarreal-Juventus, pronostici, come guardare, live streaming: scommesse UEFA Champions League per il 22 febbraio 2022
Articolo successivoSEPI aumenterà la sua partecipazione in Indra al 28% del capitale dal 18,75%