Home Economia L’opportunità di fare soldi con l’elevata volatilità del mercato, secondo Capital Group

L’opportunità di fare soldi con l’elevata volatilità del mercato, secondo Capital Group

58
0

Il 2021, come il 2020, è stato segnato dal brusche evoluzioni delle azioni prima della notizia apparsa sul coronavirus. Il 2022 sarà più volatile, ma per altre circostanze. Il turno del Riserva Federale (Fed) verso un tono più duro contro le provocazioni inflazionistiche qualche preoccupazione nelle azioni, poiché è assunta come sinonimo di maggiore instabilità. Da Gruppo Capitale credono che ci sia un fattore che può far sì che alcuni titoli rimangano rialzisti nonostante il contesto macroeconomico.

“Si prevede una certa volatilità dei prezzi. Negli ultimi quindici anni, alcune aziende in rapida crescita hanno pubblicato più correzioni nel suo prezzo, ma avrebbero ottenuto investitori che avessero mantenuto il loro investimento durante tutti quei periodi di instabilità del mercato un ritorno allettante”, affermano gli analisti di questa entità nel loro ultimo rapporto.

Hanno dato l’esempio di grandi aziende come microsoftche nel periodo 2007-2021 ha avuto 14 tagli superiori al 10%ma la sua redditività accumulata scala a 1.441% e il tasso annuo al 20%. Amazon si trova in una situazione ancora migliore nonostante le sue 22 correzioni superiori al 10%, poiché la sua redditività accumulata sale all’8.350%, mentre quella annuale si attesta al 34%.

Il motivo a cui questi esperti alludono per questo comportamento si trova in i benefici. “La storia ci ha mostrato che alcune aziende con valutazioni elevate può continuare rivalutando a condizione che i fondamentali riescano a superare le aspettative. Questo è solitamente il caso soprattutto in quelle società in crescita che hanno mercati potenziali complessivi ampi e in espansionecon ampi margini di crescita di reddito e profitti”, argomentano.

Vedi anche:  I 'crypto' cercano ragioni per continuare con il rimbalzo e il prezzo di bitcoin, a 30.000

Un esempio di questo è Netflix, che è stato uno dei titoli più colpiti dall’annuncio della crescita del numero di sottoscrittori inferiore alle attese, che ha fatto temere agli investitori che nemmeno i colossi del settore saranno risparmiati dalla riduzione della domanda, dall’aumento della concorrenza e il possibile deterioramento dei profitti. “Nel settore tecnologico, l’evoluzione dei prezzi sembra indicare la preferenza degli investitori per società di qualità superiore e un rapporto PER più basso (price-earnings) rispetto alle società con una valutazione più alta, che tendono ad essere più sensibili al rialzo dei tassi di interesse”, indicano.

L’evoluzione dell’inflazione e la reazione della Fed controllarlo sarà fondamentale per tutto il 2022 per determinare il comportamento dei mercati azionari. Si stima che la banca centrale statunitense alzerà i tassi una volta terminato il ‘tapering’, come annunciato nell’ultimo Open Market Committee (FOMC). il dubbio è dentro Quanti caricamenti ci saranno e quanto saranno?. In Capital Markets prevedono almeno quattro rialzi dei tassi quest’anno, di 25 punti ciascuno, con un’inflazione che potrebbe mantenersi su un livello molto superiore a quello fissato dall’agenzia.

Precisamente, indicano quest’ultimo Tom Hollenberg, gestore di portafoglio a reddito fisso, e margherita steinbach, direttore degli investimenti a reddito fisso presso l’entità. Gli ultimi aumenti dei tassi di interesse sono stati di 25 punti, ma l’alto livello dei prezzi è una ragione convincente per l’inasprimento della politica da parte della Fed per essere ancora maggiore. Avvertono che Powell non ha escluso la possibilità di tranche di 50 punti base di aumenti.

“È possibile questo molti aumenti dei tassi non sono necessari o misure di inasprimento quantitativo per causare una maggiore volatilità nei mercati azionari. Tuttavia, è improbabile che la Fed lasci che il mercato ostacoli il suo percorso di rialzo dei tassi, come ha fatto nel ciclo precedente.

Vedi anche:  Le otto azioni con il maggior potenziale nelle infrastrutture per l'energia verde

Nonostante questo, lo insistono i mercati azionari potrebbero continuare a essere sostenuti dalla crescita delle imprese attraverso benefici. E sebbene le valutazioni siano storicamente elevate, non sono esorbitanti dati i livelli dei tassi di interesse attuali e attesi.

RIVALUTAZIONI DEL MERCATO A FAVORE DEL RIALZO DEI TASSI

Allo stesso modo, Darrell Spence, economista di Capital Group, sostiene che la possibile correzione del mercato a fronte di aumenti dei tassi non durerà. Infatti lo sostiene le azioni hanno avuto la tendenza a crescere nei periodi successivi all’applicazione di tali misure. C’è solo l’eccezione degli anni ’70 e dei primi anni ’80, con il rapporto P/E S&P 500 20 volte superiore agli utili al momento dell’inizio dei rialzi, un periodo in cui la pressione sui prezzi è stata accompagnata da una profonda recessione, che attualmente non è il Astuccio.

Per tutti questi motivi, stima che il Il PIL degli Stati Uniti crescerà tra il 2% e il 3% nel 2022, vista la riduzione dello stimolo fiscale e della politica monetaria. “Questo ritmo di crescita economica più lento ma comunque positivo dovrebbe aiutare i profitti aziendali a crescere”, afferma.

“Nonostante gli spettacolari guadagni che abbiamo visto nel 2021 potrebbero non ripetersiun rendimento inferiore al 10% sembra ancora possibile se il mercato cresce quest’anno in linea o leggermente al di sotto della crescita degli utili”, conclude.

Articolo precedenteAntonio Conte saluta Harry Kane di “classe mondiale” dopo la vittoria sconvolta del Tottenham Hotspur sul Manchester City
Articolo successivoL’Asia finisce per mescolarsi con la Cina che mantiene i tassi di interesse e con un occhio all’Ucraina