Home Economia L’OPEC+ rispetterà il copione: aumenterà la produzione di 432mila barili al giorno

L’OPEC+ rispetterà il copione: aumenterà la produzione di 432mila barili al giorno

31
0

Mentre le dichiarazioni di Ursula von der Leyen Presidente della Commissione Europea, in cui sostiene un embargo totale sul petrolio russo, promuove il prezzo dell’oro nero, si tiene un nuovo incontro dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e dei suoi alleati (OPEC+)in cui gli esperti non prevedono modifiche al copione stabilito e prevedono un aumento della produzione in 432.000 barili al giorno. Inoltre non credono che sostituiranno l’offerta della Russia con quella di altri alleati.

Il Brent al momento è elencato nell’ambiente del 110 dollaricon incrementi compresi tra 0,3% e 0,5%, mentre il Intermedio del Texas occidentale (WTI) si trova nel 108 dollari, con incrementi compresi tra 0,1 e 0,3%. Tutto questo dopo che l’Unione Europea sta studiando misure dirette contro il greggio russo, come l’embargo totale, dopo i cambi di posizione di alcune delle principali potenze, come la Germania, e mentre cerca di accogliere i più reticenti con esenzioni all’interno della regola.

“Negli ultimi giorni, sia il Brent che il WTI hanno continuato a scambiare vicino alla soglia di $ 100/barile”, osserva Neil Aslam di Markets.com, il quale sostiene che I commercianti stanno valutando questo scenario da tempo e l’UE impiegherà ancora circa sei mesi per eliminare gradualmente il petrolio russo.

Vedi anche:  Santander attacca il gap al ribasso all'inizio della guerra a 3,24 euro

Il prezzo, sì, non è influenzato dal riunione mensile OPEC+, che si terrà questo giovedì. Va ricordato che dalla scorsa estate e fino ad ora, il cartello ha timidamente aumentato la produzione, da 400.000 a 400.000 barili al giorno ogni mese, per bilanciare gradualmente domanda e offerta dopo la revoca dei blocchi del coronavirus. Gli esperti anticipano che l’organizzazione continuerà con il copione stabilito e che l’aumento sarà di 432.000 barili al giornocome anticipa Ipek Ozkardeskaya, analista di Swissquote.

“I paesi dell’OPEC non sono stati in grado di soddisfare le quote giornaliere negli ultimi due mesi, quindi non ha davvero senso disporre di quote se i paesi produttori restano ripetutamente indietro rispetto al loro obiettivo”, afferma questo esperto.

Inoltre, indica che c’è una battaglia di potere politico, da allora L’OPEC è ancora alleata con la Russia e gioca contro la volontà degli Stati Uniti per aumentare la produzione, mentre i paesi produttori non sono disposti a sostituire il petrolio russo.

“Sebbene il Congresso stia di nuovo facendo rumore per sanzionare l’organizzazione per aver tenuto le forniture fuori mercato (nonostante sia stata la Casa Bianca a negoziare lo storico taglio alla produzione di aprile 2020), non pensiamo che il gruppo stia ricevendo una pressione seria dall’amministrazione Biden in questo momento per distribuire la capacità di riserva rimanente per aiutare a contenere i prezzi”, osserva RBC nel suo ultimo rapporto sulla questione.

Vedi anche:  Telefónica: Berenberg migliora il prezzo a 4,60 euro ma non vede più potenziale

Sottolineano inoltre che sembra esserci preoccupazione se l’Arabia Saudita e il gruppo collettivo esauriscono i 2-2,4 milioni di barili al giorno di capacità di riserva che hanno lasciato in questa fase, cosa che farebbe aumentare i prezzi.

“L’Iran rimane un altro importante jolly irrisolto. I colloqui sul nucleare sembrano essersi bloccati e c’è un lieve ottimismo su una svolta a breve termine che porterà al rapido ritorno di un milione di barili al giorno di esportazioni iraniane limitate dalle sanzioni.

“La guerra in Ucraina, le sanzioni sul petrolio russo, combinate con restrizioni di capacità, altri shock come bombardamenti e disordini civili nei paesi produttori di petrolio e la mancanza di investimenti dovrebbero continuare ad ampliare il divario tra domanda e offerta e fornire agli investitori ragioni sufficienti a rimanere rialzista sul petrolio a breve e medio termine”, conclude Ozkardeskaya.

Articolo precedenteValutazioni giocatori Real Madrid vs Manchester City Champions League: la splendida doppietta nel finale di Rodrygo ruba la scena
Articolo successivoChris Paul dimostra di poter ancora prendere il controllo di una partita, oltre a un miracolo del Real Madrid