Home Sport L’offerta del Chelsea della famiglia Ricketts si è ritirata: tre gruppi sono...

L’offerta del Chelsea della famiglia Ricketts si è ritirata: tre gruppi sono rimasti all’inseguimento per acquistare la squadra dal sanzionato Roman Abramovich

58
0

Un nuovo importante sviluppo nella saga di proprietà del Chelsea si è verificato venerdì quando l’offerta della famiglia Ricketts, uno dei quattro gruppi rimasti in lizza per acquistare il club, ha annunciato che si sarebbe ritirato dalla corsa per acquistare la squadra in una dichiarazione ufficiale. I proprietari dei Chicago Cubs ei loro partner hanno deciso di non presentare l’offerta finale e si aspettavano di acquistare il club.

La dichiarazione del gruppo guidato da Ricketts afferma: “Il gruppo Ricketts-Griffin-Gilbert ha deciso, dopo un’attenta valutazione, di non presentare un’offerta finale per il Chelsea FC Nel processo di finalizzazione della loro proposta, è diventato sempre più chiaro che alcune questioni non potevano essere affrontate date le dinamiche insolite attorno al processo di vendita. Abbiamo grande ammirazione per il Chelsea e i suoi tifosi e auguriamo ogni bene ai nuovi proprietari”.

Dopo questa importante uscita nel processo per la nuova proprietà del Chelsea, rimangono tre possibili candidati per acquistare il club nelle prossime settimane: Stephen Pagliuca, co-presidente di Bain Capital e co-proprietario dei Boston Celtics è un candidato forte, gli altri sono i consorzi guidati da Martin Broughton e Sebastian Coe (e che include il proprietario dei Philadelphia 76ers Josh Harris) e quello guidato dal proprietario dei Los Angeles Dodgers Todd Boehly.

Vedi anche:  Pronostico Juventus vs. Spezia, quote, come guardarlo, live streaming: 6 marzo 2022 Scelte degli esperti della Serie A italiana

Il gruppo Ricketts ha incontrato la dura opposizione dei fan dopo che i sostenitori sono venuti a conoscenza di una controversia in cui il proprietario dei Cubs Joe Ricketts è stato costretto a scusarsi dopo che le e-mail che aveva scritto contenenti un linguaggio razzista sono diventate pubbliche. Il gruppo aveva cercato di addolcire le preoccupazioni dei fan, incontrando gruppi di tifosi e altre parti interessate del Chelsea nel tentativo di convincerli che sarebbero stati degni proprietari del Chelsea. Anche se, alla fine, non sono state le preoccupazioni dei fan a portare il gruppo ad abbandonare la loro offerta, secondo i rapporti.

Il processo di vendita della squadra di calcio del Chelsea è unico, avviato dalle sanzioni contro l’attuale proprietario Roman Abramovich sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina. Data la natura incerta dell’attuale stato di proprietà del Chelsea, il Gruppo Raine ha supervisionato il processo insieme al contributo del governo del Regno Unito, che ha dettato i termini in base ai quali il Chelsea è attualmente gestito dopo che il club è stato congelato insieme ad altre risorse di Abramovich.

Vedi anche:  Ruben Dias sostiene il Man City in semifinale di Champions: "Il Bernabeu è un posto matto, ma noi siamo una squadra matta"

Il Chelsea è attualmente terzo in Premier League con 62 punti. Il club è stato eliminato dalla Champions League martedì dal Real Madrid e domenica affronterà il Crystal Palace nelle semifinali di FA Cup.

Articolo precedenteManchester City vs Liverpool: diretta streaming della semifinale di FA Cup, canale TV, come guardare online, notizie, quote
Articolo successivoIl tentativo della Fed di controllare l’inflazione è in ritardo e spingerà l’economia al limite