Home Technologia Lo strumento Street View di Google compie 15 anni

Lo strumento Street View di Google compie 15 anni

83
0

Domenica prossima, 29 maggio, il 15° compleanno di vista stradale e con questo motivo Google ha pubblicato uno studio sui luoghi più visitati utilizzando questo strumento. Secondo tale rapporto, la Spagna è il sesto paese con il maggior numero di visitatori nell’ultimo anno (dal 1 maggio 2021 al 30 aprile 2022). Dentro la Spagna, Catalogna e l’Andalusia sono le comunità autonome che prendono la torta e Madrid e Barcellona sono state le destinazioni spagnole più popolari per tutto il mondo nell’ultimo anno.

Ciò che è stato maggiormente esplorato in Street View in Spagna sono stati tre stadi di calcio, che spiccano tra i cinque punti di interesse più visitati: Stadio Santiago Bernabeu, Camp Nou, Sagrada Familia,

Punta de Tarifa e Wanda Metropolitano.

Con l’arrivo dell’estate, Street View è stato utilizzato anche per vedere quali sono le spiagge più “cliccate” sulla piattaforma. Tra il 24 aprile 2021 e il 24 aprile di quest’anno, Le Isole Baleari prendono la torta con Playa d’en Bossa di Ibiza e Cala Major di Maiorca. Segue la spiaggia di S’Alguer, Malagueta e Cala Moraig.

Vedi anche:  attenzione, perché sono infetti e possono rubare

Ricorda che grazie a questa applicazione gli utenti possono scalare montagne, tuffarsi nelle profondità dell’oceano, esplorare posti dove mangiare e passeggiare per musei in angoli lontani del mondo, direttamente dal soggiorno. Questi sono i musei spagnoli più visitati su Street View tra il 24 aprile dell’anno scorso e il 24 aprile di quest’anno: Museo Nazionale del Prado, Museo dell’FC Barcelona, ​​Città delle Arti e delle Scienze, Parco Güell e Guggenheim Bilbao.

400 volte in tutto il mondo

In questi 15 anni, le auto di Street View hanno percorso più di 16 milioni di chilometri, una distanza che fa più di 400 volte il giro del mondo, e sono state raccolte più di 220 miliardi di immagini. Ciò ha permesso di mappare il mondo e mettere tutto nel palmo della mano dei navigatori per viaggiare in qualsiasi parte del globo.

Vedi anche:  Così sono le cuffie con autonomia fino a 300 ore

Articolo precedenteC’è ancora speranza? “Il mercato rialzista non è assolutamente morto e sepolto”
Articolo successivoScarlattina nei bambini: cos’è, quali sono i suoi sintomi e come si diffonde?