Home Economia Lo stambecco affonda di oltre il 3% mentre in Ucraina risuonano i...

Lo stambecco affonda di oltre il 3% mentre in Ucraina risuonano i “tamburi di guerra”.

240
0

Il IBEX 35 ha chiuso con fortissime flessioni (-3,18%; 8.417,80 punti) dopo essere sceso dell’1,25% la scorsa settimana e con il focus dell’interesse sulla crescente tensione in Ucraina, la riunione di politica monetaria Riserva Federale (Fed) e il risultati aziendali. Il calo è stato ancora maggiore nei mercati azionari di Francia e Germania, con ribassi superiori al 3,5%. Per la sua parte, Wall Street continua a cadere con grande forza dopo il settimana peggiore per le azioni statunitensi dal 2020.

Il Dipartimento di Stato USA raccomandato domenica a tutti i suoi cittadini in Ucraina di lasciare immediatamente il Paese, a causa dello straordinario Dispiegamento militare russo Sul bordo

Inoltre, il Segretario di Stato, Anthony Blinkenha ribadito il suo avvertimento contro un’invasione russa dell’Ucraina, commentandolo qualsiasi interferenza aggressiva da parte della Russia sarebbe accolta con “gravità”.

su tutta la linea, Russia ha avvertito che gli Stati Uniti ei loro alleati si stanno preparando “grandi provocazioni” per conquistare l’opinione pubblica di fronte alla situazione di tensione al confine con l’Ucraina.

Agli investitori non piacciono questi eventi, perché sono a ulteriore fonte di incertezza e volatilità per le borse. L’ultima ora è La Gran Bretagna ha avvertito di un piano russo per attaccare l’Ucraina in una “guerra lampo” e raggiungere anche la capitale, Kiev. Con questi titoli sul tavolo, gli investitori hanno azioni vendute in modo aggressivo e mi sono rifugiato in obbligazioni e oro.

FED E RISULTATI AL FUOCO

Sulla Fed il consenso fa già sconti quattro rialzi dei tassi di interesse quest’anno (il primo a marzo) e l’inizio della riduzione del saldo da luglio, circa.

Vedi anche:  Devastazione assoluta in Alibaba, che affonda del 75% dai massimi

Gli analisti di Goldman Sachs si aspettano addirittura più di quattro incrementi nel 2022 e prevedono che la riduzione del saldo comincerà a giugno a un ritmo di 100 miliardi di dollari al mese.

Pertanto, la banca centrale dovrebbe preparare il mercato mercoledì per a nuovo ciclo più aggressivodal momento che il tuo obiettivo principale ora è ridurre l’inflazione elevata.

“C’è preoccupazione per la determinazione della Cina a seguire a politica di tolleranza zero contro i virus ha il potenziale per aumentare i prezzi a medio e lungo termine, potenzialmente anche nel prossimo anno”, ha affermato Michael Hewson, analista di CMC Markets.

Nel capitolo sui risultati aziendali, ci saranno molte referenze eccezionali. Negli USA sarà il turno di IBM (dopo la chiusura), microsoft (Martedì), Tesla e Intel (mercoledì) e Manzana (giovedì), mentre in Spagna pubblicheranno i loro account Banco Sabadell (giovedì) Y Caixabank (venerdì).

Cosa c’è di più, Telefono ha guidato gli anticipi nello Ibex dopo la possibile operazione societaria di Vodafone e Iliade in Italiache può essere replicato nel mercato spagnolo con Più Cellulare.

Sul lato negativo, le aziende associate alle materie prime, come ArcelorMittal e Acerinoxsono stati i più ribassisti, sebbene le vendite siano state notevoli in quasi tutti i titoli e i settori.

A livello economico, questo lunedì gli indicatori avanzati di Attività PMI del settore dei servizi e del settore manifatturiero nelle principali economie europee per il mese di gennaio. In caso di Francial’impatto di Ómicron è stato maggiore rispetto a quello di Ómicron Germania, poiché i dati dell’economia tedesca hanno battuto le previsioni. In ogni caso, la crescita è rallentata nel primo trimestre, anche se da allora economia di Oxford si aspettano che si riprenda dal secondo trimestre. Qualcosa che è successo anche nel settore dei servizi negli Stati Uniti.

Vedi anche:  L'Ibex scende leggermente, ma chiude una settimana tranquilla con rialzi dello 0,6%

ANALISI TECNICA E ALTRI MERCATI

Secondo l’analisi tecnica, lo Ibex ha rifiutato questo venerdì dopo non essere stato in grado di superare la resistenza a breve termine situata a 8.841 punti, gap ribassista della seduta del 26 novembre dopo lo scoppio della nuova variante Ómicron.

“Ci sono numerose resistenze che il nostro selettivo ha a livelli immediati. Abbiamo il gap ribassista del 8.841 puntiil 9.100 punti (il massimo del movimento laterale dalla scorsa estate), il 9.200 punti (massimi di novembre) e massimi del 2021 nel 9.310 punti“, spiega José María Rodríguez, analista di ‘Bolsamanía’.

L’euro viene scambiato a 1,1308 dollari (-0,28%). Il il petrolio scende di oltre il 2%. Il Brent è a $ 85,83 e il WTI a $ 82,74. Gli analisti di Morgan Stanley hanno aumentato il loro prezzo target per il Brent nel 2022 a 100 dollari al barile da $ 90.

L’oro è in rialzo dello 0,1% ($ 1.833) e l’argento è in calo del 2,6% ($ 23,69).

Il bitcoin scende del 2,8% a $ 34.206.

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni scende a 1,721% e il rendimento del Obbligazione spagnola di 10 anni scende allo 0,623%.

Articolo precedenteChelsea vs. Tottenham Hotspur: Premier League in diretta streaming, canale TV, guarda online, ora di inizio, quote
Articolo successivoChelsea vs Tottenham: gli Spurs di Antonio Conte mancano la scintilla creativa in un’altra sconfitta contro i Blues