Home Economia Lo Ibex 35 e il resto d’Europa cadono con desiderio dominato dall’incertezza

Lo Ibex 35 e il resto d’Europa cadono con desiderio dominato dall’incertezza

31
0

L’Ibex 35 e il resto dei mercati azionari europei Cadono con desiderio a quest’ora di lunedì (Stambecco: -0,88%, 8.249; Cac: -2%; Dax: -1,78%). All’interno del selettivo ci sono diversi titoli che discendono prepotentemente. È il caso di Grifols (-7%), Almirall (-6%; oggi ha annunciato i risultati), Fluidra (-4,2%) o ArcelorMittal (-3,5%). Sul lato positivo, le migliori sono le banche, con Sabadell Y BBVA alla testa.

La settimana che inizia oggi sarà scandita dal risultati aziendaliper il dati sull’inflazione (negli Stati Uniti, mercoledì; nel nostro paese, venerdì) e per tutto ciò che ha a che fare con il evoluzione della guerra in Ucraina e il suo impatto sul contesto economico.

Questo lunedì segna il Giorno della Vittoria contro i nazisti in Russia. il mondo intero ha seguito le parole di Vladimir Putin. Il consenso concorda sul fatto che il presidente russo sia venuto a questo incontro in completa violazione dei suoi piani in Ucraina, dove non si aspettava che cosa stesse accadendo. Il presidente ha giustificato la sua invasione affermandolo L’Occidente stava “preparando l’invasione della nostra terra, compresa la Crimea”. Ha anche aggiunto che la NATO stava creando minacce ai confini della Russia.

Vedi anche:  JP Morgan taglia il prezzo di BBVA, CaixaBank, Santander, Bankinter e Sabadell

Nel suo discorso davanti a una massiccia parata di truppe, carri armati ed equipaggiamento militare a Mosca, Putin lo ha fatto ha raddoppiato la strategia russa di concentrarsi sulla regione orientale del Donbas. “Stai combattendo per la tua patria, per il tuo futuro”, ha detto ai combattenti separatisti filo-russi con sede nelle aree di Donetsk e Luhansk della regione.

D’altra parte, anche in ciò che ha a che fare con la guerra, il G7 si è impegnato questa domenica a ridurre la sua dipendenza dall’energia russa. “Ci impegniamo a eliminare gradualmente la nostra dipendenza dall’energia russa, incluso eliminare o vietare l’importazione di petrolio russo“ha affermato il G7, composto da Stati Uniti, Germania, Canada, Francia, Italia, Giappone e Regno Unito. Il petrolio è ora in calo del 2%, con il Brent a $ 109,94 e il West Texas a $ 101,10.

Allo stesso modo, questo lunedì gli investitori stanno ancora aspettando il risultati aziendali, mentre i dati macro sono scarsi. Evidenziano quelli di Almirall, sopra menzionato. Oltretutto, Telefono ha annunciato che la sua controllata, Telefónica Tech, ha acquistato per 350 milioni di euro il gruppo tedesco BE-terna.

Vedi anche:  Nikkei guida i guadagni in Asia e la banca centrale australiana torna sotto i riflettori

SUPPORTI PERSI

L’Ibex 35 ha chiuso venerdì con un ribasso dell’1,34% e ha perso il supporto a 8.344 punti.

“Il suo aspetto tecnico a breve termine è complicato e tutto sembra indicare che potremmo finire per vedere un’estensione delle cadute al livello di 8.000 punti. Se non riesce a mantenere questi prezzi, la cosa più normale è che possiamo finire per vedere come copre il divario al rialzo lasciato il 9 marzo a 7.783 punti”, avverte César Nuez, esperto di Bolsamanía e capo di Trader Watch .

Si dovrebbe notare che l’aspetto tecnico di Santander e BBVA è peggiorato ed entrambi potrebbero contribuire al proseguimento dei tagli selettivi. Le due entità hanno perso importanti supporti la scorsa settimanasottolinea Noce.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,0533 dollari (-0,17%). L’oro scende dell’1,2% ($ 1.859) e l’argento scende del 2,3% ($ 21,84).

Il bitcoin perde il 4,7% ($ 32.954) ed Ethereum sono scesi del 6,9% ($ 2.384).

Il rendimento dell’obbligazione americana a 10 anni sale al 3,181%.

Articolo precedenteTelefónica: Berenberg migliora il prezzo a 4,60 euro ma non vede più potenziale
Articolo successivoLogista mantiene l’utile del primo semestre fiscale a 88 milioni di euro