Home Salute L’incidenza interrompe la sua tendenza al ribasso e sale di un punto...

L’incidenza interrompe la sua tendenza al ribasso e sale di un punto a 430 casi

68
0

La curva epidemiologica del coronavari registra per la prima volta da allora un leggero rimbalzo ha iniziato la sua discesa a metà gennaio con un aumento di quasi mezzo punto (0,4) dell’incidenza accumulata, fino a 430,1 casi, dopo aver aumentato questo indicatore in 9 territori nell’ultimo giorno, in cui sono stati rilevati 19.849 nuovi contagi.

Secondo i dati del Ministero della Salute, da giovedì scorso l’incidenza a 7 giorni ha iniziato a salire leggermentedalla s 192 all’attuale 209 (211 ieri), un aumento che si è riflesso nell’indicatore di trasmissione cumulativa a 14 giorni, che misura il livello di avanzamento o calo dei contagi tra la popolazione.

Esperti e servizi sanitari regionali lo attribuiscono al feste di Carnevale e hanno segnalato che possono verificarsi picchi occasionali nel mezzo dei festeggiamenti e l’allentamento delle misure contro il virus su tutto il territorio.

Da giovedì scorso si sono registrati lievi aumenti dell’incidenza a 7 giorni in più di 10 territori, situazione che si sta progressivamente invertendo in gran parte di essi, che sono nuovamente sulla via del declino di questo indicatore.

Vedi anche:  Madrid rileva il primo caso di vaiolo delle scimmie in una donna

Il registri ospedalieri sia nei reparti di terapia intensiva (7,5%) che in reparto (3,8%) continuano a diminuire, già più lentamente, con un totale di 4.777 pazienti covid che sono ancora ricoverati in tutta la Spagna (4.891 ieri).

I ricavi dell’ultimo giorno (465) sono già sotto la soglia dei 500, cioè quattro volte inferiori ai picchi massimi della sesta ondata.

Le comunità hanno riferito 58 nuovi decessi nell’ultimo giorno un record anch’esso in progressivo calo, tanto che i decessi salgono a 14.218 finora nella sesta ondata e a 101.135 dall’inizio della pandemia.

Lievi aumenti in 9 territori

L’incidenza a 14 giorni per 100.000 abitanti, che posti a Spagna ancora ad alto rischio di trasmissioneè sorto in Andalusia, Isole Baleari, Estremadura, Galizia, Navarra, Paesi Baschi, La Rioja, Ceuta e Melilla.

Nelle ultime due settimane, la Spagna ha accumulato più di 200.000 contagi, una media di poco più di 14.000 al giorno, anche se nei giorni feriali, ovvero quando vengono rilevati più contagi, la Spagna non è scesa sotto la soglia dei 20.000 nuovi positivi ogni giorno. ad oggi con 19.849.

Vedi anche:  Di quale malattia soffre Jada Pinkett, la moglie di Will Smith?

Non tutti i territori calcolano già i test di autodiagnosi per calcolare l’incidenzama solo i test certificati effettuati dai servizi sanitari regionali, mentre Sanità e comunità stanno concordando una nuova fase per misurare l’impatto della pandemia, un modello con cui puntare sugli indicatori ospedalieri e nelle aree più vulnerabili o popolazione a rischio di fronte al covid.

A partire dalla prossima settimana inizierà l’emanazione del Ministero della Salute solo due rapporti settimanali sulla situazione epidemiologica del covid-19 in Spagna, uno martedì e l’altro venerdì, tendenza che prevede di mantenere vista la “buona evoluzione” della pandemia e nel passaggio a un nuovo modello di monitoraggio, secondo il ministro della filiale , Carolina Darias.

Articolo precedenteMilan vs. FC Empoli quote, scelte, come guardare, live streaming: 12 marzo 2022 Pronostici Serie A italiana
Articolo successivoPronostico Manchester United vs Tottenham, quote: l’esperto rivela le scelte della Premier League inglese per il 12 marzo