Home Salute L’incidenza del covid nelle persone di età superiore ai 60 anni aumenta...

L’incidenza del covid nelle persone di età superiore ai 60 anni aumenta dopo Pasqua

52
0

Il incidenza del coronavirus nel più vecchio di 60 anniun gruppo su cui è incentrata la nuova strategia di monitoraggio della pandemia ha scalato 70 punti in una settimanafino a 505 casi ogni 100.000 abitanti, con 35.456 nuovi contagi e con un leggero aumento dell’occupazione ospedaliera in reparto, ma non nei reparti di terapia intensiva.

Dall’ultimo rapporto del Ministero della Salute, pubblicato lo scorso 12 aprile, i servizi sanitari delle comunità che, facoltativamente, continuano a svolgere un follow-up della popolazione generalehanno riportato 74.679 nuove infezioni, ovvero circa 10.000 al giorno.

Incidenza superiore a 500

L’incidenza a 14 giorni in quelli di età superiore ai 60 anni è di nuovo oltre 500 casicioè cosa succede al semaforo covid della trasmissione da “alto rischio” a “altissimo”.

L’indicatore a 7 giorni, sull’evoluzione della pandemia nell’ultima settimana, sale di 32 punti, a 256 casi ogni 100.000 abitanti, e il tasso di positività mediante test di screening in questo gruppo aumenta dal 19,5% al ​​25,7%.

Sono 5.635 i pazienti covid ricoverati in tutta la Spagna, rispetto ai 4.779 di una settimana fa. In terapia intensiva ci sono meno criticità, tanto che si passa da 368 pazienti a 345.

Le comunità continuano a segnalare i decessi della sesta ondata e hanno notificato alla Sanità altri 455 decessi, portando i decessi certificati a 103.721 dall’inizio della pandemia.

Dei nuovi decessi segnalati, 187 si sono verificati negli ultimi 7 giorni, mentre la letalità tra gli ultrasessantenni è scesa di un decimo (4,6%).

covid si evolve

SU evoluzione della pandemia e prima che i dati fossero conosciuti, il ministro della Salute, Carolina Darias, ha dichiarato alla conferenza stampa del Consiglio dei ministri, dove si è discusso della rimozione delle mascherine da interno tranne in alcuni casi, che la Spagna sta vivendo un “contesto epidemiologico favorevole”.

Il L’82,3% della popolazione totale in Spagna ha la doppia dosevale a dire 39.027.546 cittadini, di cui oltre 24.600.000 il rinforzo o la puntura aggiuntiva.

La variante BA.2 di omicron diventa predominante

Secondo l’ultimo rapporto sulla situazione epidemiologica di SARS-CoV-2, dall’inizio di aprile il lignaggio BA.2 di ómicron è diventato predominante in Spagna con un livello di espansione che va dal 59% al 96,8%, a seconda del territorio .

Lo screening PCR mostra che BA.2 monopolizza il più grande spazio di trasmissione covid in comunità come le Isole Canarie (96,8%), Navarra (94,7%), Galizia (93,6%), Catalogna (92,8%) o Cantabria (92,7%), mentre in Andalusia, Cantabria o Comunità Valenciana prevale con tassi superiori al 90%.

Per il resto dei lignaggi omicron, cioè BA.1 e BA.3, l’intervallo nelle comunità varia tra il 2,6% e il 37,3%. Il resto delle varianti del virus, compreso il Delta, raggiungono appena lo 0,1% del totale

Articolo precedenteRisultato Inter-Milan: doppietta di Lautaro Martinez manda i nerazzurri in finale di Coppa Italia
Articolo successivoPronostico Chelsea vs Arsenal: streaming live della Premier League, canale TV, come guardare online, ora di inizio, quote