Home Sport L’incertezza sulla proprietà del Chelsea e le sanzioni dell’UE oscurano la grande...

L’incertezza sulla proprietà del Chelsea e le sanzioni dell’UE oscurano la grande serata di Pulisic in Champions League contro il Lille OSC

71
0

Il Chelsea ha marciato in UEFA Champions League mercoledì con una vittoria per 2-1 in casa del Lille OSC, confermando l’arrivo ai quarti di finale dei detentori del titolo con un 4-1 complessivo, ma il risultato è passato in secondo piano come notizia sull’immediato futuro dei Blues resta avvolta nell’incertezza.

I gol di Christian Pulisic e Cesar Azpilicueta hanno visto gli uomini di Thomas Tuchel scendere 1-0 dopo il rigore di apertura di Burak Yilmaz nel primo tempo allo Stade Pierre Mauroy e l’attenzione è immediatamente tornata alla vendita del club da parte di Roman Abramovich dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

Il Chelsea è stato coinvolto in polemiche questa settimana dopo chiedendo che lo scontro di FA Cup con il Middlesbrough fosse giocato a porte chiuse mantenere “l’integrità sportiva” con la vendita dei biglietti vietata a causa delle sanzioni di Abramovich che sono state giustamente ridicolizzate.

I giganti della Premier League hanno rapidamente ritirato quella richiesta e, nonostante le speculazioni sulla capacità della squadra di raggiungere il Lille per lo scontro di Champions League, se sarebbe andato avanti e i continui tentativi di Three di rimuovere il proprio nome dalle maglie della squadra, hanno resistito a quelle tempeste per raggiungere gli otto finalisti.

Vedi anche:  Il proprietario del Chelsea Roman Abramovich e l'invasione russa dell'Ucraina gettano un'ombra sulla finale di Coppa di Lega

Resta da vedere cosa accadrà dopo con il Chelsea che ora dovrebbe ricevere l’ordine di giocare tutte le partite a porte chiuse, comprese le partite continentali, fino a quando il loro futuro non sarà risolto con la scadenza per le offerte alla fine di questa settimana.

La UEFA ha dichiarato mercoledì che sta cercando chiarimenti all’Unione Europea in merito alle future partite di Champions League a causa delle sanzioni di Abramovich.

Niente di tutto ciò dissipa i timori per il club del West London se un accordo non verrà raggiunto prima della fine della stagione a maggio con il fallimento ancora una possibilità se il processo di acquisizione continua a trascinarsi a causa della miriade di complicazioni politiche e legali.

Nonostante tutto ciò, il Chelsea non mostra ancora segni di lasciare che l’incertezza fuori dal campo si riversi nelle sue prestazioni con la quinta vittoria consecutiva in tutte le competizioni che ha richiesto una rimonta da gol dopo che Yilmaz ha segnato per primo per Les Dogues con un rigore al 38 ° minuto dato per fallo di mano di Jorginho.

Vedi anche:  Champions League: Thierry Henry spiega perché Kylian Mbappé del PSG è fantastico in vista del tracollo della squadra francese

La squadra di Tuchel non ha impiegato molto a rispondere quando il nazionale italiano ha spinto Pulisic a segnare in entrambe le gambe per uno stallo dell’intervallo prima che Mason Mount provvedesse ad Azpilicueta per fare i danni rimanenti a 19 minuti dalla fine mentre i campioni di Francia si salutavano.

Forse Jocelyn Gourvennec e la sua squadra senza Renato Sanches speravano che la pressione esterna avrebbe finalmente parlato con il Chelsea, ma non ci sono state crepe e si dirigeranno al Riverside Stadium per continuare la loro corsa in FA Cup prima della ripresa della Premier League post-internazionale.

Gli ultimi sviluppi, arrivati ​​a metà partita a Lille, sono che Lord Sebastian Coe è ora coinvolto come parte di un consorzio guidato dall’ex presidente del Liverpool Sir Martin Broughton e l’ex giocatore Gianluca Vialli fa parte dell’offerta di Nick Candy come famiglia Ricketts che possiede anche i Chicago Cubs della Major League Baseball.

Articolo precedenteCredit Suisse aumenta la sua esposizione al mercato azionario nonostante la guerra grazie al suo “potenziale di rialzo”
Articolo successivoL’Ibex 35 estende il suo grande rimbalzo dai minimi annuali e recupera 8.400 punti