Home Economia L’Ibex 35 scende del 2% e l’Europa affonda mentre la Russia continua...

L’Ibex 35 scende del 2% e l’Europa affonda mentre la Russia continua a schiacciare l’Ucraina

217
0

Dopo le forti cadute della scorsa giornata (il stambecco Il 3,7% è stato lasciato questo giovedì; il resto d’Europa, poco più del 2%), gli indici del Vecchio Continente affondano di nuovo questo venerdì (Ibex: -2,3%, 7.787 punti; Cac: -3,4%; Dax: -3,4%; Ftse 100: -2,8%; Ftse MIB: -5%). Da lunedì scorso, la selettiva spagnola è scesa di oltre l’8%.

Questo, dopo La Russia ha attaccato una delle centrali nucleari ucraine, quella di Zaporizhia, che è bruciato dopo il bombardamento. è circa la più grande centrale nucleare d’Europa. Le autorità ucraine hanno confermato che l’incendio è stato estinto e le ultime informazioni lo indicano Le truppe russe hanno occupato la centrale nucleare.

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmitro Kuleba, ha avvertito ieri sera che “se la centrale nucleare di Zaporizhia esplode, sarà una catastrofe dieci volte più grande di Chernobyl” nel 1986. Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, chiese alla Russia di fermare gli attacchi dopo aver parlato con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

Wall Street prevede cali dell’1%. In Asia, stamattina hanno prevalso i ribassi, con tagli superiori al 2% nel Nikkei o nell’Hang Seng.

Vedi anche:  Repsol: Marcos Fraga assume l'Ufficio Comunicazione e l'Ufficio del Presidente

Dopo essere iniziata con la sensazione che Vladimir Putin potesse allentare il suo attacco, la settimana è andata rapidamente storta dopo l’offensiva contro Kiev e si conclude con le peggiori previsioni possibili dopo questo attacco russo a una centrale nucleare. Lungi dall’essere finita, la guerra sta per completare la sua seconda settimana mentre Putin ha già detto che raggiungerà i suoi obiettivi in ​​ogni caso.

Tuttavia, in attesa di vedere come andrà a finire oggi, lo stambecco rimane non meno dell’8% nella settimana. Venerdì scorso è salito di oltre il 3%, lunedì ha chiuso piatto, martedì ha perso un altro 3,4%, mercoledì è salito dell’1,6% e questo giovedì è rimasto un altro 3,7%. Questo mostra il enorme volatilità e nervosismo nei mercati.

All’interno del selettivo salgono solo tre titoli. Evidenziano il aumenta in Cellnex (ha ottenuto l’autorizzazione britannica per l’acquisto delle torri Hutchison). Sul lato negativo, i valori del settore turistico (AmedeoIAG, Melia), PharmaMar (ha ricevuto un pagamento di 25 milioni da Jazz Pharmaceuticals), banche, Telefónica o Inditex (nei livelli di marzo 2020), sono i peggiori.

ATTENZIONE ALL’OCCUPAZIONE NOI

In mezzo a tutto questo caos, la normalità è portata dalla consueta pubblicazione del rapporto sull’occupazione a inizio mese, in questo caso da febbraio, negli Stati Uniti. La prima economia mondiale ha creato 678.000 nuovi posti di lavoro, rispetto ai 400.000 previsti e ai 481.000 del precedente report.

Vedi anche:  Il tentativo della Fed di controllare l'inflazione è in ritardo e spingerà l'economia al limite

Da CMC Markets fanno notare che questo dato non modificherà la previsione del rialzo dei tassi a marzo da parte della banca centrale americana. Jerome Powell, presidente della Fed, ha anticipato questa settimana un aumento di 25 punti base in quell’incontro.

In altri riferimenti del giorno, le vendite al dettaglio nella zona euro è cresciuto del 7,8% a gennaio rispetto allo scorso anno.

ALTRI MERCATI

Il petrolio ‘si rilassa’ dopo aver segnato ieri i 118 dollari del Brent ei 116 del Wti. Il barile di Brent è ora scambiato a $ 112 e il WTI a $ 109. In aumento del 2%, rispettivamente.

L’euro viene scambiato a 1,0984 dollari. L’oro è in aumento dello 0,6% ($ 1.948), così come l’argento ($ 25,37).

Bitcoin è in calo dello 0,8% ($ 41.709) ed Ethereum è in calo del 2,5% ($ 2.743).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è dell’1,785%.

Articolo precedenteRoman Abramovich Vendita Chelsea: il proprietario russo dice che venderà il club ma “non sarà accelerato”
Articolo successivoWall Street estende le sue perdite concentrandosi sulla guerra in Ucraina