Home Economia L’Ibex 35 sale al termine di una settimana segnata dalla paura a...

L’Ibex 35 sale al termine di una settimana segnata dalla paura a Wall Street

95
0

L’Ibex 35 opta per rialzi (+0,67%, 8.462 punti) in chiusura di settimana che si potrebbe dire che è stato qualcosa di più ‘tranquillo’ per i mercati azionari europei rispetto a questi ultimi. Nell’insieme di queste cinque sessioni, Il selettivo spagnolo sale di circa l’1,5% dopo aver chiuso il lunedì e il mercoledì in modo stabile, avanza dell’1,5% martedì e perde lo 0,83% questo giovedì.

All’interno dello Ibex spiccano ora i rialzi delle aziende siderurgiche (Acerinox e ArcelorMittal), ACS, Repsol o Sabadell. Sul lato negativo, il peggiore è Solaria.

Il tensione attraverso l’Atlanticodi fronte ai timori circa il ritmo dell’inasprimento della politica monetaria, è continuato, evidenziando l’urto di mercoledì a Wall Street. Le piazze del Vecchio Continente sono però rimaste, in una certa misura, ‘tranquille’, anche se non sono mancate sessioni più tese. L’Ibex, sì, ha retto un po’ meglio del resto degli indici europei.

Il calo dei mercati azionari non sembra scoraggiare i funzionari della Federal Reserve (Fed), almeno per ora, dall’aumentare i tassi di interesse di mezzo punto. Il Esther George, presidente della Fed di Kansas City, ha affermato giovedì che il recente calo del mercato non è una sorpresa alla luce del piano della banca centrale per raffreddare l’inflazione. “Gli investitori che sperano in un nutrito – in cui la banca centrale modifica la politica per sostenere i mercati azionari dopo un forte calo – meglio non trattenere il respiro”, leggiamo in ‘Bloomberg’ questo venerdì.

Vedi anche:  L'"eliminazione del rischio" prende il sopravvento sul sentimento dell'investitore al dettaglio europeo a luglio

Dal canto suo, Michael Hewson, direttore della ricerca presso CMC Markets di Londra, commenta nel suo reportage quotidiano che “l’unico aspetto positivo delle vendite degli ultimi due giorni è che siamo riusciti a chiudere bene dai minimi della scorsa settimana, quale cosa suggerisci una riluttanza generale a diventare troppo ribassista e troppo rapidamente. Detto questo, tutti i rimbalzi che abbiamo visto dall’inizio di aprile sono stati meno profondi del precedente, seguiti da un minimo più basso”.

Con tutto, Gli indici europei diventano verdi oggi (Cac: +0,4%; Dax: +0,7%; Ftse 100: +1,1%) dopo aver chiuso con cali moderati ieri a Wall Street e che in Asia i numeri verdi sono stati chiaramente imposti questa mattina. L’Hang Seng è in rialzo del 2,8% e il Nikkei di oltre l’1%. La Cina oggi ha tagliato di 15 punti base il suo prime rate a cinque anni per la seconda volta quest’anno.

AIUTI USA ALL’UCRAINA

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha celebrato l’approvazione al Congresso di aiuto di 40.000 milioni di dollari per l’Ucraina e ha annunciato un nuovo pacchetto di armi che, ha affermato, verrà inviato “direttamente in primo piano”.

D’altra parte, i funzionari del Gruppo dei Sette hanno discusso sanzioni secondarie e altri modi per limitare le entrate petrolifere russe riducendo al minimo l’impatto sui prezzi dell’energia, secondo il segretario al Tesoro statunitense Janet Yellen. Uno degli elementi è possibilità di limitare il prezzo del greggio russo formare quello che sarebbe un cartello di acquirenti per imporre un prezzo fisso che fermi le entrate di Mosca.

Vedi anche:  L'Ungheria non sosterrà sanzioni contro l'energia e il petrolio russi

Allo stesso modo, la Commissione Europea ha finalizzato i dettagli di un piano per aumentare la capacità di energia rinnovabile dell’UE e ridurre la sua dipendenza dai combustibili fossili russi.

Mercoledì è stato pubblicato un documento con gli obiettivi della Commissione per il piano REPowerEU, che mette in evidenza l’importanza del risparmio energetico, la diversificazione delle importazioni di energia e l’accelerazione di quella che definisce “la transizione verso l’energia pulita dell’Europa”.

Totale, prevede un ulteriore investimento di 210.000 milioni di euro tra il 2022 e il 2027. Per quanto riguarda la quota di energie rinnovabili nel mix energetico dell’UE, la Commissione ha proposto di aumentare al 45% l’attuale obiettivo del 40% entro il 2030.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,0575 dollari (-0,10%). Il petrolio scende moderatamente. Il Brent si attesta a $ 111,74 e il Texas occidentale a $ 111,65.

L’oro è piatto ($ 1.847) e l’argento è in rialzo dello 0,7% ($ 22,06).

Bitcoin apprezza lo 0,65% ($ 30.169) ed ethereum avanza dell’1,3% ($ 2.020).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni scende al 2,868%.

Articolo precedenteEverton vs. Crystal Palace pronostici, quote, linea: l’esperto rivela le scelte della Premier League inglese 2022 per il 19 maggio
Articolo successivoL’Asia segna una settimana volatile per i mercati in rialzo