Home Economia L’Ibex 35 prende fiato dopo il forte rimbalzo e si mantiene sopra...

L’Ibex 35 prende fiato dopo il forte rimbalzo e si mantiene sopra quota 8.100

107
0

Lo Stambecco 35 rimane cauto e piatto (+0,11%, 8.134 punti) dopo il forte rimbalzo dell’ultima sessione che lo ha portato chiudere sopra gli 8.100 punti. il selettivo ieri ha fatto una bella figura Y superato i massimi delle ultime sei sessioni. “Sembra che, una volta coperto il gap rialzista di marzo, lo sia stato tutto pronto per un rimbalzo che potrebbe arrivare a 8.374 puntilivelli in cui è la media di 200 sessioni”, indicano gli esperti di ‘Bolsamanía’.

L’indice spagnolo dovrebbe salire il buon comportamento delle bancheche continuano ad essere sostenuti dalla speculazione che la Banca centrale europea (BCE) potrebbe aumentare i tassi di 50 punti base invece dei 25 punti base originariamente previsti. Anche Rovi, Colonial o IAG stanno andando avanti con entusiasmo. Sul lato negativo, spiccano i cali delle società energetiche (Acciona Energía, Acciona, Solaria…).

Lo ricordiamo ieri Wall Street ha chiuso con forti rivalutazioniChe erano 3,11% nel caso del Nasdaqe che questo rimbalzo è proseguito anche nei mercati asiatici.

Questo mercoledì ci sono diversi protagonisti in tavola prima che arrivi domani il ‘D-day’, con la tanto attesa decisione sui tassi da parte della Banca Centrale Europea (BCE) e con il La decisione della Russia sul gasdotto Nord Stream 1. Le ultime notizie al riguardo indicano che, di fronte ai peggiori presagi, sembra proprio che il Paese ripristinerà il flusso di gas. Il gasdotto, che rappresenta più di un terzo delle esportazioni russe di gas naturale verso l’Unione Europea, è stato fermato l’11 luglio per manutenzione annuale.

Vedi anche:  La Spagna riaprirà il gasdotto del Maghreb in modo che il Marocco possa rifornirsi da solo

Oggi parliamo di Netflixmentre, in ambito politico, Mario Draghi è il protagonista assoluto. Lo annuncia questo mercoledì davanti al Parlamento il presidente del Consiglio italiano se rimane nella posizione o la lascia per il mancato sostegno del Movimento 5 Stelle. A prescindere dalla sua decisione, la verità è che la crisi politica in Italia è un dato di fatto.

Per quanto riguarda Netflix, è cresciuto di oltre il 7% nel mercato “after hours”. perdendo meno iscritti del previsto e realizzare un utile netto di 1.441 milioni nel secondo trimestre, al di sopra dei 1.354 milioni previsti e dei 1.353 milioni di un anno fa, ma peggio dei 1.597 milioni del trimestre precedente. Vi ricordiamo che oggi presenta i risultati Tesla.

Allo stesso modo, nella macrosfera, il IPC di giugno del Regno UnitoQuello spara fino al 9,4%superiore a quanto stimato e rispetto al precedente 9,1%.

Vedi anche:  Le borse asiatiche chiudono in rosso, con la Cina che fa eccezione

“L’aumento del costo di cibo e carburante ha mantenuto l’inflazione rovente questo mese. Questo sta intensificando la pressione sulle tasche già allungate e facendo sta diventando sempre più difficile per molte famiglie permettersi l’essenziale“dice Martin Lawrence, chief investment officer di Wesleyan.

“Mentre il Partito conservatore si affretta a nominare un nuovo leader, tutti gli occhi saranno puntati su di lui per vedere come intende aiutare ad affrontare l’inflazione e le sfide economiche future”, aggiunge.

ALTRI MERCATI

L’euro resta forte sulla possibilità di un rialzo dei tassi BCE superiore alle attese. Ora è scambiato a $ 1.027 (+0,45%). Il petrolio produce più dell’1%. Il Brent si attesta a $ 106,10 e il WTI a $ 102,82.

L’oro perde lo 0,3% ($ 1.705) e l’argento è piatto ($ 18,72).

Bitcoin aumenta dello 0,84% ($ 23.699) ed ethereum scende dello 0,7% ($ 1.559).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è del 3,017%.

Articolo precedenteIl prezzo del bitcoin supera quota 23.000 ma “potrebbe essere un modello di continuazione prima di ulteriori ribassi”
Articolo successivo“Se la Russia tagliasse la fornitura di gas, la Germania entrerebbe in recessione… e anche l’Italia”